Esplosione alle porte di Roma, evacuati palazzi e un centro estivo

Una 50ina di bombole di gas sono esplose in zona Aurelia. Diversi intossicati tra bambini e residenti

Esplosione alle porte di Roma, evacuati palazzi e un centro estivo

Nella tarda mattinata di oggi è divampato un vasto incendio a Roma Nord Ovest, tra Casal Selce, Casalotti e via Aurelia. Come reso noto dai vigili del fuoco sono state delle sterpaglie a prendere fuoco, e le fiamme hanno coinvolto anche un rimessaggio di camper sull’Aurelia. Una cinquantina di bombole di gas gpl in dotazione ai mezzi sono esplose. Il luogo del rogo si troverebbe poco lontano dal campo nomadi della Monachina. La sala operativa dei vigili del fuoco ha ricevuto una prima chiamata verso le 13 di oggi, lunedì 27 luglio, che richiedeva un intervento in via Aurelia 1052 all'altezza dell'autoconcessionario Leonori. Sul posto sono stati inviati gli idranti del reparto mobile per il rifornimento ai vigili del fuoco, il rogo è al momento sotto controllo. Non sarebbero stati segnalati feriti gravi, anche se almeno una quindicina di persone sarebbe rimasta intossicata dal fumo. Tra queste ci sarebbero anche quattro poliziotti rimasti intossicati che hanno dovuto ricorrere alle cure dei sanitari. Sul posto, in base a quanto si apprende, è intervenuto anche il personale della Protezione Civile.

L'intervento degli elicotteri

I pompieri, giunti sul luogo dell’incendio con diversi mezzi e uomini, hanno subito pensato a evacuare i bambini che si trovavano all’interno di un centro estivo situato nei pressi del rogo in cui è divampato il rogo. Per cercare di domare le fiamme si sono alzati in volo anche gli elicotteri. Alcune abitazioni situate nella vicinanza dell'incendio sono state raggiunte dalle fiamme, così come una struttura scolastica nel quartiere romano di Casalotti. La popolazione ha immediatamente chiuso le finestre delle loro case a causa del forte odore acre disperso nell’aria che rende difficile la respirazione. Secondo quanto reso noto, la nuvola di fumo sarebbe ben visibile anche dal quartiere di Roma Prati.

Chiuse alcune vie

I vigili del fuoco hanno fatto sapere alle 17 di oggi pomeriggio che "le fiamme sono state abbassate ma restano ancora attive e alimentate dal vento che favorisce la ripresa. Squadre a protezione delle abitazioni". Anche il traffico ha subito delle ripercussioni dovute all’incendio sviluppatosi sull’Aurelia, e al momento risulta paralizzato. Code e circolazione intensa si registrano anche sul GRA, il Grande Raccordo Anulare. Le pattuglie del XIII Gruppo Aurelio della polizia locale di Roma Capitale sono impegnate in varie chiusure di strade come via Casalotti altezza civico 73, dove sono stati evacuati alcuni edifici scolastici, nonché via Paolo Medolaghi, zona Casal Selce. Un tratto dell’Aurelia, ora riaperto, era stato chiuso momentaneamente per consentire l'intervento dei pompieri.

Sia a Roma che in provincia vi sono diversi roghi di sterpaglie, anche di grosse dimensioni, che stanno tenendo occupati i pompieri. Il caldo record e il vento sono tra le cause principali degli incendi. L’assessore regionale alla Sanità Alessio D’Amato ha affermato che “oggi è una giornata durissima sia per la Centrale operativa del 112 che per i soccorsi dell’Ares 118. Da questa mattina infatti sono nove gli incendi e alcuni di essi di grandi dimensioni come quello divampato in zona Massimina e stanno sottoponendo ad uno stress test impegnativo tutti i servizi di soccorso a Roma. Desidero ringraziare tutti gli operatori e le operatrici per il loro impegno nelle operazioni di soccorso". Altri incendi sono stati segnalati ad Anguillara, zona Osteria Nuova, a Guidonia Montecelio, via Colle Giannetta, e a Marino, sulla strada statale 140.

Segui già la pagina di Roma de ilGiornale.it?

Commenti