Marsella attacca la Raggi: "Ostia abbandonata già prima del Covid"

Luca Marsella, consigliere di Casa Pound a Ostia, ci spiega i motivi della sua veemente protesta di ieri nei confronti del sindaco di Roma Virginia Raggi

"La Raggi è venuta a Ostia per fare l’ennesima passerella. Noi volevamo che incontrasse i commercianti in crisi". Luca Marsella, consigliere di Casa Pound nel X Municipio, raggiunto telefonicamente da ilGiornale.it, racconta la sua versione dei fatti rispetto a quella che il M5S e i media hanno definito un'aggressione nei confronti del sindaco di Roma.

"Non c’è stata alcuna aggressione", chiarisce subito Marsella che ieri ha partecipato a una manifestazione di protesta dei commercianti del centro di Ostia che si è tenuta sul Pontile. "Avendo saputo che stava arrivando Virginia Raggi per fare l’ennesima passerella, io ed altri esercenti ci siamo staccati dal resto dei manifestanti per chiedere alla sindaca di fare 200 metri in più e incontrare chi protestava contro le misure inefficaci di questo governo", aggiunge il leader locale di Casa Pound che alle ultime elezioni, da candidato presidente del X Municipio, ha ottenuto quasi il 9% dei consensi. La Raggi, che si trovava a Ostia per visitare il mercato di via Orazio dello Sbirro nel primo giorno della Fase 2, è scesa dalla macchina solo dopo che l'esponente delle 'tartarughe' è stato allontanato. La sindaca, in un post su Facebook, ha spiegato che la sua intenzione era quella di "vedere le nuove scritte droplet che stiamo realizzando in tutta la città e grazie alle quali sarà più facile per i cittadini mantenere la distanza di sicurezza nei luoghi potenzialmente più affollati". Un'iniziativa che comprendeva anche il confronto "con i commercianti della zona" che ha comunque potuto ascoltare "nonostante le urla di alcuni fascisti di Casapound che con pesanti minacce hanno tentato invano di bloccare la visita".

"Io non ho minacciato nessuno", replica Marsella convinto del fatto che la Raggi, finora, abbia fatto ben poco per Ostia eppure "potrebbe fare tanto per il commercio non solo come sindaco di Roma, ma anche come esponente del M5S, il partito di riferimento del premier Conte". L'esponente politico di destra accusa il primo cittadino di aver fallito totalmente: "Ostia l’hanno commissariata per un anno e, da quando governano i pentastellati, non è stata mai rilanciata l’economia e il turismo con eventi o altro". La Raggi, invece, stando a quanto sostiene Marsella, continua a criminalizzare gli imprenditori balneari e, con l'ordinanza sulle spiagge, mette a rischio il settore del turismo. "Vogliono pedonalizzare il lungomare e anche a Castel Porziano stanno mettendo dei limiti al parcheggio. Ci si potrà arrivare solo in bici e, quindi, non ci andrà più nessuno. Stanno impedendo alla stagione turistica di partire", attacca Marsella che, con una punta di mestizia, chiosa: "Ostia è stata abbandonata ben prima dell’emergenza coronavirus".

I romani, in un momento di crisi come questo, sono stanchi delle passerelle elettorali, fatte solo per farsi fotografare in vista di una sua ricandidatura

Insieme ad alcuni commercianti questa mattina, il consigliere del X Municipio di Cpi Luca Marsella ha impedito alla...

Pubblicato da CasaPound Italia su Lunedì 18 maggio 2020
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.