Roma

Movida violenta al Flaminio, coltellate davanti al pub

Un diciannovenne ha avuto la peggio: ferite al piede, alla mano e al braccio. Ma continua a "coprire" gli aggressori

Movida violenta al Flaminio, coltellate davanti al pub

Nuovo episodio di movida violenta a Roma, questa volta al quartiere Flaminio. La vicenda è stata registrata nella notte tra sabato e domenica, vicino al Molo Zero, in via Capoprati: una lite degenerata in una violenta aggressione finita con tre coltellate. Ad avere la peggio un ragazzo di diciannove anni, trasportato in codice rosso al pronto soccorso del Policlinico Gemelli, guaribile in venti giorni.

Sul posto sono giunti i sanitari del 118 e le forze dell’ordine, allertate da alcuni presenti. “Mi sono fatto male da solo, non è successo niente”, le parole del diciannovenne all’arrivo dei poliziotti. Ma, come riportato dal Messaggero, gli agenti hanno annotato quanto riferito dai testimoni sul posto. Prima le urla, poi la ressa sotto il ponte Duca D'Aosta, fino all’accoltellamento.

Il giovane ha riportato lesioni al piede, alla mano e al braccio: tutte ferite da difesa, la conferma degli agenti del commissariato di zona. In base alle informazioni a disposizione, il gruppetto era formato da almeno tre persone, ma sono molte le zone d’ombra su cui fare luce. Innanzitutto, il movente della brutale aggressione. Il diciannovenne, per il momento, sta coprendo gli assalitori: “Ha riferito di essere caduto e di essersi ferito, non è credibile perché si tratta di ferite da taglio. Il sospetto è che conoscesse il gruppetto che poi lo ha aggredito. Forse c'era un conto in sospeso ma dobbiamo stabilire di cosa si tratta”.

In queste ore le forze dell’ordine stanno visionando i filmati delle telecamere di sicurezza presenti nella zona. Domenica sono stati sentiti diversi testimoni, molti dei quali clienti del locale nei pressi dell’aggressione. Non si tratta di certo del primo episodio di malamovida registrato al Flaminio: appena una settimana fa, due studenti hanno terminato la notte brava con una rissa.

Commenti