Non solo i rifiuti, l'altra piaga di Roma sono le buche nelle strade

Le importanti piogge degli ultimi giorni non hanno migliorato la situazione e hanno anzi creato nuove voragini

Non solo i rifiuti, l'altra piaga di Roma sono le buche nelle strade

Chi pensa che il problema di Roma siano solo i rifiuti, o i mezzi pubblici, si dovrà ricredere. Un’altra piaga della Città Eterna sono le buche, concentrate soprattutto nelle strade di Roma Nord. Come riportato dall'edizione romana del Corriere, dal quartiere Flaminio ai Parioli, continuando per Ponte Milvio e via Cassia, l'asfalto è messo veramente male. Ancor peggio del solito in seguito alle violenti piogge che hanno interessato la Capitale negli ultimi giorni. Un vero attentato alle automobili e ai poveri motociclisti che sono costretti a muoversi da una parte all’altra di Roma rischiando la vita.

Spostaris a Roma è rischioso

E nel periodo dello shopping natalizio sono tante le persone che scelgono di spostarsi in macchina o a bordo del motorino cercando così di evitare i mezzi pubblici, non proprio fiore all’occhiello della città. Veri percorsi a ostacoli per chi abita nei Municipi II e XV. La situazione non migliora se si scelgono le vie principali evitando quelle piccole e secondarie. Buche, anzi crateri, sono un po’ ovunque. Alcuni sono particolarmente larghi e profondi come in via Enrico Chiaradia, il tratto di strada che unisce via Flaminia a viale Tiziano, in via Ruggero Fauro o in viale Maresciallo Pilsudski. In via Antonio Pollaiolo e nella strada successiva, via Ettore Ximenes, l’asfalto è avvallato e coperto di pietrisco minuto, tutta una crepa.

E pensare che in via San Valentino il manto stradale è stato rifatto“per la terza volta in meno di due anni! Le vicine strade (Pollaiolo, Cavalier D'Arpino, Ximenes, Archimede ecc, ecc) nulla, buche e avvallamenti stradali ovunque”, ha denunciato un residente in zona. Quando piove a Roma, oltre alle carreggiate allagate, agli alberi che cadono e all’asfalto che si crepa, il problema sono anche le caditoie otturate da terra, rifiuti e fogliame.

Le denunce sui social

E su Facebook sono molto gli utenti che segnalano problemi riguardanti la situazione di strade e vie nei propri quartieri cittadini: “Attenzione sulla Cassia - tra viale Cortina d'Ampezzo e l'incrocio con via Pareto - per la presenza di molte buche (più simili a voragini) che si sono aperte (come sempre) a causa dell'acqua. Buche molto pericolose e poco visibili poiché piene proprio di acqua. Verrà mai sistemata via Cassia considerando anche l'elevato flusso di auto e camion che la percorrono ogni giorno?”.

La situazione non cambia di molto se ci si sposta in zone con maggiore traffico, come viale Parioli o il lungotevere Grande Ammiraglio Thaon di Revel. Un residente ha commentato sul gruppo sul gruppo Parioli & dintorni:“Viale Parioli è ormai un sentiero sterrato”. Il sindaco Roberto Gualtieri, già impegnato nella sua battaglia ai rifiuti di Roma, alla fine dello scorso novembre aveva annunciato l'inizio dei lavori per la messa in sicurezza e la manutenzione straordinaria dei tratti periferici di via Salaria, via Portuense, via Tuscolana e via Casilina. Forse per ora si inizierà con queste. Per le altre si dovrà aspettare, sperando nella clemenza del meteo.

Segui già la pagina di Roma de ilGiornale.it?

Commenti