"State attenti, prendono tutto" I migranti seminano il terrore

Spaccio, rapine, aggressioni e nessun rispetto della normativa anti-Covid. La situazione all’ombra della stazione Termini, dove decine di migranti e clochard vivono allo sbando, è sempre più critica. Un albergatore: "Inseguono i clienti fino dentro all'hotel"

È scesa la sera su piazza Manfredo Fanti. Una ragazza costeggia a passo svelto l’Acquario Romano, a pochi passi dalla stazione Termini. C’è una telecamera a circuito chiuso che intercetta i suoi movimenti e quelli dell’uomo che, di lì a poco, le compare alle spalle. Un ventunenne tunisino che la spinge bruscamente tra le auto parcheggiate e le strappa di mano il cellulare.

Lei grida. Le sue sono grida di terrore. In strada per fortuna c’è qualcuno che le ascolta. "Mia moglie era scesa a buttare la spazzatura, si è spaventata a morte, mi ha chiamato urlando e io ho subito allertato la polizia", ci racconta un residente. "Non è la prima né sarà l’ultima rapina che si verifica nel quartiere, qui la situazione ormai è diventata insostenibile", si sfoga l’uomo. Mentre parliamo con lui, un nordafricano sorseggia birra appoggiato a un muretto. Tutto intorno l’odore di escrementi umani è fortissimo.

Nonostante l’inasprimento delle misure per arginare i contagi da coronavirus, la stazione Termini resta una zona franca. Il biglietto da visita per migliaia di turisti e uomini e donne d’affari sono decine di persone stese a terra. Alcuni quasi non li vedi, le loro fisionomie si percepiscono appena sotto coperte e cartoni. Ma ci sono, sono lì. Un vero e proprio esercito di invisibili, accampati lungo i marciapiedi o davanti agli ingressi della metropolitana.

Qualcuno dorme, qualcuno barcolla tra la folla. Quasi nessuno indossa la mascherina. Il virus che paralizza il mondo intero, a loro, non fa paura. "Tutto accade per volere di Allah, solo lui decide se dobbiamo ammalarci o meno", tenta di persuaderci un tunisino. La mascherina ce l’ha in tasca. "Che me la metto a fare? È questione di destino", continua. Vale lo stesso per un ragazzo senegalese. Ha lo sguardo perso nel vuoto. "Il Covid? Non mi spaventa", ci assicura mentre vaga senza meta vicino al parcheggio di piazza dei Cinquecento. "Aspetto che Papa Francesco si accorga di me – ci dice – solo lui mi può aiutare".

"Gli diciamo di non assembrarsi e mettere la mascherina, ma controllarli tutti è impossibile e questa situazione rischia di diventare pericolosa", commenta un agente dell’Interpol. "Perché quando vengono nel nostro Paese non rispettano le regole? Di questo passo non usciremo mai dal tunnel dell’emergenza sanitaria", gli fa eco un collega.

Ma la lista delle regole infrante da chi sopravvive all’ombra dello snodo ferroviario è ancora lunga. "Dovete stare attente, soprattutto agli extracomunitari, scippano, spacciano droga e aggrediscono. Qui la sera è il far west. Per carità, non ci venite", ci mettono in guardia i due.

"Qualche giorno fa una mia cliente è stata inseguita da un balordo fin dentro al bar del nostro albergo, per allontanarlo la barman lo ha dovuto minacciare con una scopa", ci racconta Giuseppe Roscioli, presidente di Federalberghi Roma e proprietario di un hotel in via Marsala. "Abbiamo provveduto ad allertare le forze dell’ordine che lo hanno portato via, chissà adesso dov’è? Magari di nuovo a piede libero", ipotizza l’albergatore.

Di storie come questa se ne sentono tante attorno al principale snodo ferroviario della Capitale. Lo sa bene Michele Sprovara, poliziotto e sindacalista del Coisp: "Tra spaccio, prostituzione, scippi e aggressioni, nelle zone limitrofe alla stazione la situazione è abbastanza critica". La criminalità da strada qui sembra farla da padrone.

"A delinquere sono sono soprattutto i disadattati. Gente che aggredisce anche solo per rubare una collanina d’oro o qualche decina di euro", ci spiega Sprovara. "Piccoli furti, messi a segno per comprare alcol o una dose di stupefacente: il paradosso – continua il sindacalista – è che, spesso, dopo qualche giorno ce li ritroviamo in zona a delinquere di nuovo perché il reato non è così grave da prevedere la custodia in carcere".

Il problema, secondo lui, sta innanzitutto nella certezza della pena: "Praticamente per loro non esiste, e così si sentono onnipotenti". In questo senso la revisione dei decreti sicurezza voluti dall’ex ministro dell’Interno, Matteo Salvini, preoccupa le forze dell’ordine: "Staremo a vedere, il timore è che si creerà qualche problema in più nel gestire questo tipo di situazioni".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di ex finiano

ex finiano

Sab, 10/10/2020 - 17:39

Questo degrado grazie al PD!

Brutio63

Sab, 10/10/2020 - 17:41

Pugno di ferro alla manifestazione anti mascherine e braghe calate buoniste su queste situazioni indecenti sotto gli occhi di tutti e sulla pelle degli italiani. Vergogna, Conte, Di Maio, Lamorgese, Zingaretti, Raggi dimissioni per manifesta incapacità!

Robdx

Sab, 10/10/2020 - 17:45

Ringraziate i pdioti e quel 20% di semi deficienti che li votano

Ritratto di giangol

giangol

Sab, 10/10/2020 - 17:47

Votate i partiti giallo rossi distruggi italia????? Vietato lamentarsi!!!

Giorgio Colomba

Sab, 10/10/2020 - 17:53

Come da regole d'ingaggio governative, le Forse dell'Ordine sono troppo impegnate a comminare (almeno) 400 euro di sanzione a chi si abbassa dieci secondi la mascherina mentre sorbisce un caffè al bar e non hanno tempo per occuparsi di queste bagattelle alla stazione Termini.

Ritratto di Adespota

Adespota

Sab, 10/10/2020 - 17:55

Tranquilli, con il decreto insicurezza targato dementi andrà tutto a posto.

Ritratto di vince50_19

vince50_19

Sab, 10/10/2020 - 17:59

«Pronto, prontooooo .. centralino Viminale?» « Si? » .. «Mi può mettere in contatto con madame Bontà?» .. « No, non c'è, è fuori stanza, ufficio, corridoio, fuori palazzo, fuori sede .. fuori .. » .. ahahahaha ..

andy57

Sab, 10/10/2020 - 17:59

pensate che si spaventino per una scopa se andate nei villaggi turistici africani solo se si permettono di entrare dalla spiaggia e infastidire i turisti vengono inseguiti dalla security armata di machete e randelli , ho visto dare certe randellate da spaccare le ossa

Ritratto di alesan_48

alesan_48

Sab, 10/10/2020 - 18:03

questa è l'accoglienza della sinistra italiana

cgf

Sab, 10/10/2020 - 18:04

in piazza del quirinale mai nessuno? davanti a casa Conte?

Ritratto di Smax

Smax

Dom, 11/10/2020 - 10:17

Non possono perseguirli. Tutta la polizia e l’esercito sono a caccia dei minorenni che fanno aperitivo senza mascherina e del nonnetto che se l’è dimenticata.

Ritratto di Azo

Azo

Dom, 11/10/2020 - 10:23

Se tutti i migranti illegali, si fermassero a Roma, """NE SAREI MOLTO CONTENTO E CON ME PIÙ DELLA META DEGLI ITALIANI, ALMENO QUELLA MASSA DI FALSI BUONISTI E IL VATICANO, GODRANNO DEI LORO BENIAMINI E DOVREMMO FAR SI CHE TUTTI I MEMBRI DEL GOVERNO ATTUALE, DEBBANO ESSERE OBBLIGARI A VIVERE NELLA CITTA, CHE PIA PIANO STANNO DISTRUGGENDO A CAUSA DEGLI INVASORI LORO ALLEATI, ED OLTRE A CIÒ, CHE SUBISCANO TUTTE LE ATROCITÀ CHE QUESTI LORO BENEFATTORI FANNO E TUTT`ORA FANNO AGLI ITALIANI, LA PARTE PIÙ DEBOLE DELLA POPOLAZIONE"""!!!

Ritratto di Rosita2

Rosita2

Dom, 11/10/2020 - 10:29

Il servizio mette in luce una realtà di alta pericolosità sociale nella zona più centrale di Roma. Giornalmente transitano in zona Stazione Termini centinaia di deputati, senatori, amministratori locali etc. E'evidente che il problema non li tocca più di tanto se non si vedono segni concreti di solizione. E non c'entra la Caritas, I volontari delle più varie associazioni che soccorrono alle esigenze minime vitali di individui allo sbando! È un problema a cui non si vuol dare una risposta politica e amministrativa seria ma che viene usato a comodo degli schieramenti politici in gioco veri responsabil i del disagio dei cittadini che vivino nel pericolo e nel degrado a dispetto di oneri, tasse e gabelle esose!

ciccio_ne

Dom, 11/10/2020 - 10:36

Il comunismo è da sempre stato matrice di degrado ed abbandono...gli esempi sono superflui

mimmo1960

Dom, 11/10/2020 - 11:08

Ci siamo fatti male da soli. Italiani svegliatevi!!!

pimmio78

Dom, 11/10/2020 - 11:13

Anch'io sono per l'assoluta protezione dei confini, entri se sei in regola. Però, ho sentito tante interviste ad imprenditori, panettieri, titolari di servizi e tutti, dico tutti, hanno fatto luce su di una realtà che si presenterà tra pochissimi anni: i nostri aitanti giovani, salvo eccezioni, sono allergici ai lavori manuali! Quindi?

jaguar

Dom, 11/10/2020 - 12:03

Ci meritiamo i migranti e tutto ciò che combinano.

Indifferente

Dom, 11/10/2020 - 12:49

"Fatece largo che passamo noi, i giovanotti de' sta Roma bella..". Ecco, giovanotti, sapete dove andare. Le FF.OO. di sera non ci sono e comunque hanno ordine di non intervenire. Mi raccomando, gentili ed educati. E pronti ad adeguarvi ai comportamenti delle culture superiori che incontrerete..come indicato ripetutamente dagli accoglienti democratici e dalle loro signore.

ziobeppe1951

Dom, 11/10/2020 - 13:18

SARÒ SEMPRE INFINITAMENTE GRATO AL PD E AI 5*

ST6

Dom, 11/10/2020 - 13:25

Rosita2: ben detto Rosita.

gedeone@libero.it

Dom, 11/10/2020 - 13:37

Ma che bella Italia che ci hanno apparecchiato i giallorossi. Complimenti a loro e chi li vota!