Roma, aggressioni contro vigilanti della metro, presi due stranieri

In un solo giorno si sono verificati due episodi di violenza contro il personale di sicurezza della metropolitana Termini, sempre con le medesime modalità. In manette un nigeriano e un somalo, che volevano salire sulla metro senza biglietto

Gravi episodi di aggressione sono avvenuti a Roma nella giornata di venerdì ai danni dei rappresentanti delle forze dell’ordine e del personale di vigilanza della metropolitana. Le violenze, in entrambi i casi e a distanza di poche ore l’una dall’altra, hanno visto come protagonisti dei cittadini stranieri.

Stando a quanto riferito dal quotidiano Il Messaggero, il primo episodio è avvenuto in piena mattina, quando un nigeriano di 34 anni, privo del regolare titolo di viaggio, ha scavalcato i tornelli per accedere comunque alla metropolitana in partenza da Roma Termini.

L’africano è stato subito notato dalla vigilanza della metro, che è intervenuta insieme alla sicurezza della società trasporti Atac. Le guardie hanno dovuto faticare non poco per immobilizzare il soggetto, che si è subito rivoltato contro di loro come una furia. Dopo aver gridato una serie di minacce, il 34enne ha aggredito fisicamente gli operatori, riuscendo a ferire alla spalla una donna di 41 anni, che è dovuta poi ricorrere alle cure del pronto soccorso.

Sono stati i carabinieri della compagnia Roma Centro, intervenuti dopo la segnalazione, a riportare la calma, arrestando il nigeriano. Quest’ultimo è risultato essere un pregiudicato senza fissa dimora. Con l’accusa di tentata rapina e resistenza a pubblico ufficiale, è finito dietro le sbarre a disposizione dell’autorità giudiziaria.

A distanza di qualche ora, in serata, un altro extracomunitario ha tentato di salire sulla metro senza biglietto. Allo stesso modo del nigeriano, un 32enne somalo ha scavalcato i tornelli e si è diretto in tutta fretta verso la fermata della linea B. Anche in questo caso i primi ad intervenire sono stati gli addetti alla sicurezza, che sono stati aggrediti dallo straniero, deciso a liberarsi ed a scappare. Nella colluttazione che si è generata sono rimaste ferite tre guardie giurate, le quali hanno riportato dai 3 ai 5 giorni di prognosi.

Sul posto è nuovamente intervenuta una pattuglia dei carabinieri. I militari del nucleo Scalo Termini sono riusciti a immobilizzare il somalo, che è stato arrestato con l’accusa di violenza a incaricato di pubblico servizio. Anche in questo caso si tratta di un cittadino straniero senza fissa dimora e pluripregiudicato.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.