Un rifugio per sbandati e rom: il degrado delle favela romane

A pochi passi dal tribunale di Piazzale Clodio è sorta una nuova baraccopoli. Altre tende si trovano vicino la Corte d'Appello. Ma nessuno sgombera questi insediamenti abusivi

Una favela con vista sulle aule del tribunale di Piazzale Clodio. Siamo sulla collina di Montemario, a due passi dal centralissimo quartiere Prati. Da qui, un tempo, si poteva godere di una delle viste più belle di Roma, ma ormai il profilo del Cupolone è coperto dalle sagome delle baracche. Sono decine quelle nascoste fra la boscaglia dell’omonima riserva naturale (guarda il video).

L’ultima bonifica dell’area, che risale al 2016, non è servita a molto. Le casupole, infatti, sono spuntate di nuovo offrendo riparo a Damian Danut Suli, il romeno di 37 anni che lo scorso settembre rapinò e stuprò una donna italiana in via De Pretis, non lontano dalla Stazione Termini. Tra gli “inquilini” della riserva, poi, c’era anche un marocchino di 52 anni trovato lo scorso ottobre in possesso di alcune dosi di hashish e numerosi telefoni cellulari all’interno di una casetta in muratura che aveva occupato abusivamente. Non a caso, ormai, qualunque cosa accada nel quartiere le forze dell’ordine vengono a setacciare le baracche di Montemario. L’area, infatti, è stata battuta anche dopo il tentativo di stupro di una barista della zona da parte di un giovane tunisino.

Lo scenario è simile a quello che ormai caratterizza quasi tutti parchi capitolini. Capanne fatte di cartone, lamiera e canne di bambù, materassi ammucchiati alla rinfusa, fornelli improvvisati e persino una vasca da bagno, posizionata accanto ad alcuni bidoni, in modo tale da raccogliere l’acqua che proviene da un piccolo fontanile. A valle, invece, cumuli di rifiuti giacciono accatastati alla rinfusa. Non è raro che prendano fuoco sprigionando fumi maleodoranti, come hanno più volte denunciato i residenti del quartiere. “Io garantisco per i miei, qui siamo tutte brave persone”, assicura Daniel, rom di nazionalità romena che si è accampato qui da tre mesi con la sua famiglia, in tutto dodici persone. Ci racconta di essere stato espulso dal suo Paese dopo aver scontato una condanna per omicidio. Quindici anni in carcere, poi la diaspora in giro per l’Europa. Finlandia, Svezia, Norvegia, Francia e alla fine Roma e le tende piantate tra via Romeo Romei e quella che i romani chiamano la “Panoramica”.

“Certo – continua – le dita di una mano non sono tutte uguali”. Come a dire che tra gli altri nomadi stanziati alle pendici del monte, un’ottantina secondo i suoi calcoli, potrebbe nascondersi qualche testa calda. “Per vivere frugo nei cassonetti e poi vendo il ricavato nei mercatini mentre mia moglie chiede l’elemosina”, ci spiega. Stesso discorso per altri due occupanti romeni. Sono moglie e marito, lui senza un braccio, fa il questuante, mentre lei si occupa di ordinare e selezionare i frutti del rovistaggio. “L’altro ieri sono venuti i vigili e ci hanno detto che vogliono sgomberare le baracche”, ci raccontano. Per questo nell’accampamento c’è chi si prepara a tornare temporaneamente in Romania e chi, come Daniel, ha in programma di sistemarsi alla meglio poco lontano, per poi tornare appena si saranno calmate le acque. “Dal Comune ci hanno offerto delle soluzioni, ma sono troppo distanti dal centro – si lamenta – invece qui stiamo bene, riusciamo a raggiungere a piedi tutta la città”.

Intanto nelle aree limitrofe le ripercussioni sono inevitabili. “Ci sono state anche delle aggressioni, l’ultima quella della barista”, denuncia Fulvio Accorinti, consigliere municipale della Lega. “Poi c’è l’accattonaggio che, da diverse segnalazioni dei residenti, appare come un fenomeno organizzato”, ci spiega. “Un vero e proprio racket – denuncia – con decine di persone che ogni giorno vengono scaricate nelle vie della zona da piccoli van con targa romena”. “Non è possibile che ci sia gente che viva in queste condizioni in una città come Roma, per giunta a due passi dal Vaticano”, incalza il consigliere invocando sgomberi e bonifiche. Ma in attesa dell’ennesimo intervento, la collina che sovrasta la Città Eterna resta terra di nessuno.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Dom, 18/11/2018 - 12:43

Saviano, Toscani e la Boldrini hanno la residenza lì?

mzee3

Dom, 18/11/2018 - 12:50

QUESTO DIMOSTRA UNA E UNA COSA SOLA! E' PIU' FACILE MANDARE UNA RUSPA CHE RISOLVERE IL PROBLEMA! Felpini si fa osannare perché ha mandato la ruspa ma non ha risolto il problema né dei migranti (di nessun tipo!) né tantomeno delle persone che hanno bisogno...italiani e non! ADESSO...APPLAUDITE FELPINI !!!

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 18/11/2018 - 12:52

Non capisco perchè la sinistra sostiene e non condanna mai queste cose che sono ben al di là dell'irregolarità. A loro piace il degrado, la sporcizia e soprattutto la delinquenza.

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 18/11/2018 - 12:56

7 anni di pd hanno ridotto l’Italia ad una favelas.

Ritratto di a-tifoso

a-tifoso

Dom, 18/11/2018 - 12:57

E' un dato positivo che i giudici si affaccino alle finestre dei loro uffici e guardino lo scempio. Magari rifletteranno e capiranno finalmente che si e' arrivato al colmo, ma non troppo forse, anche dovuto al loro buonismo.

Tranvato

Dom, 18/11/2018 - 13:00

Espulso dal suo paese? Dopo aver scontato una condanna per omicidio? Pensate se l' Italia decidesse di espellere tutti gli italiano che hanno scontato una qualche condanna! Ma quanti assenti c'erano il giorno in cui il buon Dio distribuì l'intelligenza?

bruco52

Dom, 18/11/2018 - 13:01

Ieri sabato 17 novembre, c'è stata una manifestazione a favore del sindaco Raggi, da parte di immarcescibili sostenitori dei grillini, i quali evidentemente hanno gli occhi foderati, non riuscendo a vedere come è ridotta la loro città...certo la colpa non è tutta della Raggi e dell'accozzaglia di persone che la seguono, ma c'è da parte loro una consistente percentuale di responsabilità del degrado di Roma...mah!!patetici....

carlottacharlie

Dom, 18/11/2018 - 13:09

Meravigliarsi, perchè? Sono almeno 10anni che si è fatto di tutto affinchè il paese divenisse una discarica. Mai un obbligo, mai la legge, mai mai di niente verso i "degradanti" ed ecco il risultato; paese allo sfacelo dei suoli e moralmente marcio.

venco

Dom, 18/11/2018 - 13:17

Questi sono i frutti dell'accoglienza.

Cheyenne

Dom, 18/11/2018 - 13:17

PDIOTI, 5 STALLE E PAPAZZO HANNO DISTRUTTO LA PIU' BELLA CITTA' DEL MONDO

Ritratto di direttoreemilio

direttoreemilio

Dom, 18/11/2018 - 13:24

Che disastro signori queste cose non esistevanoquando gli eunuchi di Fi erano al governo, nooo i casamonica vivevano nelle ville statali pagate dai contribuenti i zozzoni non esistevano i ladri rom e sinti erano impiegati di banca o minimo lavoravano per mediaset, e fininvest. Sto M5S e la raggi tutta colpa loro.

Ritratto di makko55

makko55

Dom, 18/11/2018 - 13:30

@Leonida55, certamente, loro difendono neri, rom, drogati, ma non ne toccherebbero uno neppure con la canna da pesca! Cordialità.

lavieenrose

Dom, 18/11/2018 - 13:52

ma non sarebbe meglio che la raggi frequentasse meno le tv e girasse di più la città? nOrmai sono due anni che fa il sindaco ma sembra che invece di migliorare tutto peggiori intanto che fanno l'analisi costi/benefici

mariod6

Dom, 18/11/2018 - 14:07

Mi spiace constatare che non avete capito nulla; queste baraccopoli sudicie e impestate sono le residenze di vacanza di giudici, del sindaco di Roma e dei suoi assessori, dei comitati del PD che li proteggono. Se tutti fanno finta di nulla, vuol dire che a loro fa comodo.

Beaufou

Dom, 18/11/2018 - 14:20

"...delle favela romane". E poi voi siete capaci di scrivere "un murales", no? Se non sapete distinguere plurale e singolare dei termini spagnoli, scrivete in italiano, barboni. Ahahah. Ignoranti.

Malacappa

Dom, 18/11/2018 - 14:21

mzee3 12:50 diglielo ai tuoi amiconi che hanno permesso questa vergognosa invasione,questo e' un problema che non si risolve in 7 mesi,si Salvini e' da appludire e' l'unico che ha il coraggio di affrontare i delinquenti dell'UE

Petrum

Dom, 18/11/2018 - 14:49

Mi ricordo che nel dopoguerra - parlo anni 50- la collina era abitata da Italiani- pero' non erano baraccopoli ma casette abusive - quindi siamo tornati indietro di 70 anni ma con piu' degrado ! Poi costruirono l'Hilton - lo Zodiaco- sviluppo della Balduina- Olimpiadi e villaggio Olimpico ( raccontatelo alla Raggi che puizia si fece per le Olimpiadi a Romapoi EUR, via Olimpica etc etc e li sfollati Italiani trovarono altre sistemazioni -- Corsi e ricorsi storici ...ma in peggio !

Ritratto di hernando45

hernando45

Dom, 18/11/2018 - 15:27

E la TIPICA fotografia di tutte le grandi citta Italiane, IMPESTATE di RIFIUTI UMANI, che abbiamo voluto accogliere e mantenere con il cosidetto BUONISMO di destra (quello di F.I. Casini, Verdini ecc) e di sinistra (quello di Letta ,Frottolo ,Gentiglioni ecc) E dei rispettivi sindaci tipo Marino,Alemanno,Pisapia e Salah. Gia 2 e piu anni fa, Salvini fece una diretta streaming da Milano, chiamandola MILANISTAN!!! Ed ora ci sono IDIOTI, che pretenderebbero da Salvini di sistemare TUTTO in 5 mesi!!!Povera Italiaa!!! AMEN.

VittorioMar

Dom, 18/11/2018 - 17:08

.RIDIAMO DIGNITA' E DECORO ALLA NOSTRA CAPITALE....e al suo MUSEO LIBERAMENTE ESPOSTO !!!..non ci vuole molto...!!