Roma, muore 17enne caduta dal 6° piano: indagini sulla tragedia

La procura della Repubblica ha aperto un fascicolo per istigazione al suicidio: si indaga anche su una denuncia per violenza sessuale inoltrata dall’adolescente nei confronti di un individuo conosciuto di recente

Roma, muore 17enne caduta dal 6° piano: indagini sulla tragedia

Tragedia nella serata di ieri a Roma, quando una ragazza di soli 17 anni è morta dopo esser precipitata dal sesto piano di uno stabile in zona piazza Re di Roma.

La giovane è stata immediatamente soccorsa dai sanitari del 118, arrivati sul posto dopo aver ricevuto numerose segnalazioni. Inutile, purtroppo, la corsa verso l’ospedale San Giovanni Addolorata, dove la 17enne è stata trasportata in codice rosso da un’ambulanza. A causa della gravità dei traumi e delle ferite riportate nella caduta, è spirata poco dopo il suo arrivo nella struttura ospedaliera.

Sono subito scattate le indagini da parte degli inquirenti della polizia di Stato, che si sono occupati di raccogliere le testimonianze di alcune persone informate dei fatti. Secondo quanto filtrato fino ad ora, l’adolescente aveva raggiunto l’abitazione di un’amica poco dopo l’uscita da scuola. Quest’ultima, ancora sotto choc, ha raccontato di non essersi resa conto di ciò che stava accadendo, in quanto la 17enne si trovava in un’altra stanza, dove, tra l’altro, si era chiusa a chiave.

Resta ovviamente da chiarire se si sia trattato di un incidente o di un suicidio, motivo per cui anche la scientifica sta fornendo il proprio contributo nell’investigazione. Secondo le ultime notizie, tuttavia, la procura della Repubblica di Roma avrebbe già aperto un fascicolo per il reato di istigazione al suicidio.

Scavando nel passato della ragazza, è emersa una denuncia per violenza sessuale da lei inoltrata nei confronti di un individuo conosciuto di recente, aspetto sul quale gli inquirenti stanno tentando di far luce. Oltre a questa pista, si indaga anche sulla famiglia della 17enne, di origini australiane, con cui pare ci fossero alcune tensioni.

Commenti