"Fate meno rumore". E l'autista Atac finisce pestato dai ragazzini ubriachi

Il conducente aveva chiesto al gruppo di giovani di fare meno rumore, dal momento che stavano disturbando gli altri viaggiatori. Furiosi per il rimprovero, i ragazzi lo hanno spintonato ed aggredito, pestandolo a sangue

"Fate meno rumore". E l'autista Atac finisce pestato dai ragazzini ubriachi

Ennesimo episodio di aggressione ai danni di un conducente Atac avvenuto a Roma. Stavolta la vittima è un autista di 42 anni, pestato da un gruppo di giovani dopo che aveva chiesto loro di far meno rumore all'interno del bus.

Il fatto, secondo quanto riferito dagli inquirenti, si è verificato durante la tarda serata dello scorso sabato 7 dicembre, intorno alle 22:30, su un mezzo Atac della linea 301.

Giunto in zona Ponte Milvio, il 42enne si è fermato in via Nemea, all'incrocio con via Orti della Farnesina, per rimproverare alcuni ragazzini, molti dei quali minorenni, che in quel momento stavano disturbando gli altri viaggiatori con i loro schiamazzi. Furiosi per essere stati ripresi, i giovanissimi, probabilmente resi ancor più esagitati dal consumo di alcolici, si sono scagliati con incredibile violenza contro il conducente, prendendolo a pugni in faccia.

Una scena a dir poco sconvolgente, alla quale hanno assistito parecchi testimoni. Qualcuno si è affrettato a contattare le forze dell'ordine, mentre il gruppo di adolescenti continuava ad accanirsi sulla vittima. Rimasto tramortito a terra dopo il brutale pestaggio, il conducente è stato immediatamente soccorso, mentre i responsabili riuscivano ad abbandonare il mezzo ed a fuggire.

Sul posto si sono precipitati gli agenti del commissariato Ponte Milvio, che hanno raccolto la denuncia del 42enne ed ascoltato il racconto degli altri viaggiatori. Stando alle informazioni ricevute, ad aggredire il conducente Atac sarebbe stato un gruppo composto da 4 giovani. Uno dei quali, particolarmente alterato, indossava addirittura una maglietta a maniche corte nonostante le basse temperature. I poliziotti hanno dunque dato avvio alle ricerche dei responsabili, impiegando diversi equipaggi nel pattugliamento delle strade limitrofe. Al momento, purtroppo, nessuna traccia dei ragazzi.

Soccorso sul posto dai sanitari del 118 arrivati in ambulanza, l'autista ha riportato diverse contusioni, fra cui una lesione al labbro.

Gli inquirenti, determinati a rintracciare tutti i membri del branco, sui quali pende l'accusa di lesioni personali ed interruzione di pubblico servizio, stanno esaminando le immagini estratte dai filmati delle videocamere di sorveglianza presenti sul mezzo.

In seguito a questo ennesimo episodio di violenza commessa ai danni di un conducente, Claudio De Francesco, membro del sindacato Faisa Sicel, si rivolge ancora una volta alle istituzioni ed alla società Atac.“Oramai questo management pensa solamente a talent in stile X Factor invece di pensare alla sicurezza dei propri lavoratori. Il trasporto pubblico e la tutela dei lavoratori è una cosa seria bisogna fare al più presto qualcosa prima che ci scappi il morto dateci i taser. Non se ne può più”, ha dichiarato, come riportato da “RomaToday”.

Segui già la pagina di Roma de ilGiornale.it?

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti