Roma

Scuola di ladri: bimba rom aveva tre maestre

La bambina era stata portata sulla metro per agire direttamente sul campo. La "lezione" è stata interrotta dai carabinieri che stavano seguendo le tre donne rom. Al termine del processo, sono tutte tornate in libertà

Scuola di ladri: bimba rom aveva tre maestre

Scuola per ladri in corso a Roma, dove i carabinieri hanno colto in flagrante tre donne rom intente a "formare" una bambina di soli 11 anni. Le maestre avevano portato la piccola sulla metro romana e là le stavano insegnando ad effettuare dei furti sulle vittime ignare. Fermate dagli uomini dell'Arma, le rom sono state arrestate.

Ragazzini a scuola di furto

Non si tratta, fra l'altro, di una novità. Nel 2017 aveva fatto scalpore il caso di un 14enne di orgini serbe che istruiva le sue allieve di 9 e 12 anni sulle tecniche più efficaci direttamente sul campo.

Stavolta erano tre donne, di età compresa fra i 21 e i 26 anni, a "fare scuola" a una ragazzina di soli 11 anni, facendola esercitare sui vagoni della metro durante la corsa tra Termini e Barberini. Istruita dalle sue maestre, la bambina era riuscita a sfilare il portafoglio dalle tasche di un turista spagnolo, impossessandosi di 187 euro. Ad intervenire, domenica pomeriggio, i carabinieri di Roma Centro, che hanno interrotto la "lezione" in corso di svolgimento.

Gli arresti e il rilascio

A finire in manette le tre donne rom, identificate come parenti della bambina. Per la precisione parliamo della 26enne Libiana Hamidovic, la 23enne Jasmina Hamidovic e la 21enne Nika Osmanovic. Difese dall'avvocato Luigi Ciotti, sono state tutte quante rilasciate al termine del processo per direttissima. I mariti le hanno aspettate fuori dall'alula del tribunale. Nessuna detenzione in carcere, come richiesto dal pm Mauro Masnaghetti, ma semplice divieto di dimora a Roma. Quanto alla bambina, il suo caso è finito in mano al tribunale minorile di Roma. Ha già fatto ritorno a casa, dai genitori. La famiglia vive in un camper.

Nel corso del processo, le tre rom hanno provato a difendersi, spiegando che l'11enne avrebbe agito da sola nel furto. Ma quanto visto dai carabinieri, che stavano seguendo il gruppo sulla metro, fa pensare a ben altro. Dopo aver individuato la preda, infatti, sono state le donne a indicare alla bambina le modalità del furto, spiegandole chi colpire e come sottrarre il portafogli. Una vera e propria scuola per ladri.

Commenti