Cronaca locale

Per un selfie cade dal Ponte Milvio e finisce nel Tevere: grave una donna

Sotto choc e in stato di ipotermia, la 48enne è ora ricoverata all'Umberto I. Provvidenziale il rapidissimo intervento dei soccorritori

Per un selfie cade dal Ponte Milvio e finisce nel Tevere: grave una donna

Paura al Ponte Milvio (Roma), dove una donna sportasi troppo per fare una foto ha finito col cadere nelle acque del fiume Tevere.

L'allarme è scattato nella tarda mattinata di oggi, poco dopo mezzogiorno, quando alcuni testimoni oculari hanno chiamato le autorità per chiedere aiuto. In breve sul posto sono intervenuti gli agenti del reparto Volanti e della Fluviale oltre al nucleo sommozzatori dei vigili del fuoco.

La donna è stata fortunata, perché la sua caduta dal ponte è stata arrestata dai rami di un albero, che hanno parzialmente ostacolato la sua caduta nelle acque del fiume. Per quanto le condizioni fossero favorevoli, i soccorritori hanno comunque impiegato del tempo per trarre in salvo la donna, visibilmente agitata. Recuperata con l'ausilio di una corda, è stata riportata sulla terraferma senza essere trascinata via dalla corrente e poi adagiata su una barella.

Salvataggio al Ponte Milvio

Affidata agli operatori del 118, ha dichiarato di essere caduta dal Ponte Milvio mentre stava cercando di fare un selfie. La signora, di 48 anni, è stata quindi accompagnata in codice rosso al pronto soccorso dell'ospedale Umberto I di Roma. Le sue condizioni sono risultate serie. I sanitari, infatti, hanno riscontrato visibili segni di ipotermia, oltre ad avere il sospetto di qualche frattura.

Parlando con la polizia, la 48enne ha confermato di essere caduta, come dichiarato dagli stessi testimoni, che l'hanno vista sporgersi troppo. Gli agenti però acquisiranno le immagini delle telecamere presenti nella zona per avere ulteriori chiarimenti.

Mario Della Cioppa, questore di Roma, ha fatto personalmente i complimenti agli uomini in divisa per il loro tempestivo intervento. La rapidità d'azione dei soccorritori, infatti, è stata fondantale per evitare alla donna conseguenze più serie.

Commenti