Quei chiodi arrugginiti nella spiaggia di Ostia

Trovati dei chiodi arrugginiti nascosti nella sabbia. Erano posizionati verticalmente, con il chiaro intento di fare male

Quei chiodi arrugginiti nella spiaggia di Ostia

La sindaca Virginia Raggi ha denunciato su Facebook un grave episodio avvenuto sulla spiaggia libera della zona est di Ostia.

La denuncia della sindaca Raggi

“Li hanno messi verticalmente, a distanza di 10 centimetri, tra le palme che abbiamo installato per il distanziamento sociale. Sembra proprio che siano stati disposti in questo modo appositamente affinché qualcuno li calpestasse e si facesse male. 0 forse questi vandali volevano far credere ai cittadini che le spiagge di Ostia non sono pulite e sicure? Pensate che oltre ai chiodi abbiamo trovato anche diversi pezzi di bottiglie di vetro rotte”. Un pericolo per tutti i frequentatori della spiaggia, grandi e piccini.

Secondo quanto raccontato da chi li ha trovati, i chiodi erano stati messi proprio nel corridoio di sabbia che divide una postazione e l'altra, ripensate per il distanziamento sociale necessario anche in spiaggia. Era dunque praticamente impossibile non camminarci sopra, correndo il rischio di farsi male davvero. La prima cittadina ha definito il gesto una vergogna, un vero e proprio atto criminale nei confronti dei bagnanti, e dei tantissimi bambini che giocano con la sabbia. Ovviamente l’increscioso episodio è stato anche denunciato alle forze dell’ordine, con la speranza da parte della Raggi che la polizia riesca a individuare i responsabili e ad assicurarli alla giustizia.

La spiaggia era stata ripulita da poco

La Raggi ha poi aggiunto che “la pulizia delle spiagge sul litorale romano avviene regolarmente. La spiaggia in questione era stata ripulita qualche giorno fa con l'erpice, uno strumento che scava in profondità di 20 centimetri. Se quei chiodi fossero stati già lì, sarebbero stati rimossi. A quanto pare a questi vandali non bastavano le palme distrutte e buttate giù, non bastavano i bagni distrutti, i cassonetti incendiati, gli attrezzi per il salvataggio rubati e il magazzino dei bagnini vandalizzato”. Virginia Raggi è sicura che la legalità dia fastidio a qualcuno e ha spiegato che ora, per colpa di questi vandali, la spiaggia dovrà rimanere chiusa per due giorni. E proprio sabato e domenica. In questo modo gli operatori potranno bonificare e controllare l’intera area. La Raggi ha anche affermato di non voler arretrare neanche di un centimetro, perché i cittadini meritano una città sicura e decorosa.

Come riportato da Il Tempo, a Fregene, durante alcuni controlli fatti dal commissariato di Fiumicino al fine di garantire il rispetto delle regole da parte dei locali sul lungomare, è stata disposta l'immediata chiusura di un’attività dello stabilimento balneare “La vela”, dove venivano venduti alimenti. Una volta arrivati sul posto anche gli specialisti della Asl, sono state accertate molte irregolarità amministrative. Gravissime le carenze igienico sanitarie conclamate che hanno portato a diverse migliaia di euro di multa e alla chiusura dell’attività.

Segui già la pagina di Roma de ilGiornale.it?