Da Trastevere a Ponte Milvio, vendita abusiva di alcol

Nel corso dei controlli anti alcol presso locali ed esercizi commerciali della movida romana sono state elargite multe per circa 10mila euro

Da Trastevere a Ponte Milvio, vendita abusiva di alcol

Circa 3mila i controlli effettuati nelle notti di questo weekend dalla polizia locale della capitale in varie zone della città. Soprattutto zone della movida da Trastevere a Ponte Milvio. Vendita abusiva di alcol, multe per dieci mila euro. Interventi delle forze dell’ordine sono stati messi in campo nelle principali vie e piazze del centro storico a Trastevere, Testaccio, Ostiense, ma anche Piazza Bologna, San Lorenzo e Ponte Milvio, oltre ai presidi nelle zone circostanti le Stazioni Termini e Ostiense.

Gli accertamenti hanno interessato i locali pubblici e le attività commerciali, soprattutto per l’osservanza delle norme anti alcol e la sicurezza stradale, con particolare attenzione a comportamenti pericolosi come l’eccesso di velocità. Le pattuglie hanno eseguito più di 2mila accertamenti di polizia stradale, riscontrando oltre mille infrazioni al codice della strada: 176 i conducenti multati perché sorpresi a una velocità superiore oltre i limiti consentiti e circa un centinaio le auto rimosse per soste irregolari o d’intralcio.

Nel corso dei controlli presso locali ed esercizi commerciali sono state elevate sanzioni per circa 10mila euro, la maggior parte nei confronti di mimimarket per vendita illegale di bevande alcoliche. Rilevati illeciti anche in diverse attività per mancata esposizione di cartelli obbligatori, insegne luminose abusive e per emissione sonore moleste. Oltre una decina invece gli avventori sanzionati per consumo irregolare di alcol, in base a quanto disposto dal regolamento di polizia urbana. Il titolare di un esercizio, nella zona di Trastevere, è stato denunciato all’autorità giudiziaria perché sorpreso dagli agenti a vendere alcol a minorenni.

Intanto criminali prendono di mira locali della capitale. I ladri non si fermano mai e saccheggiano negozi della periferia di Roma. Al Pigneto sono tante le vittime. L’ultimo furto è stato commesso nel circolo Metro Core in via Guglielmo Albimonte 18. Qui i ladri hanno forzato la serranda, rubando incasso e attrezzatura. “Purtroppo visti i precedenti accaduti ad altre realtà in zona sembra sia un piano con uno scopo ben preciso. Perché i vicini si lamentano se alziamo di poco il volume della musica e poi non sentono le martellate sul travertino? Saremo comunque aperti e continueremo ostinatamente la nostra attività. Combattiamo lo squallore con l’allegria. Non ci avete spaventato”, hanno scritto i gestori sui social.

E immediata è scattata la solidarietà di un altro locale, la pizzeria Sapore al Pigneto che ha così commentato: “Ci troviamo a poche centinaia di metri da voi e abbiamo vissuto la stessa brutta esperienza da pochi giorni. Anche nel nostro caso il vicinato sempre molto attento a misurare i decibel della musica che mettiamo in sottofondo non ha sentito i colpi di martello con cui è stato rotto un vetro anti sfondamento”.

Commenti