Turista picchiato, 4 poliziotti condannati a tre anni

L’uomo, un americano, aveva chiamato le forze dell’ordine per denunciare alcuni ragazzi che stavano facendo il bagno in una fontana del centro ed è stato colpito al viso dagli agenti

Turista picchiato, 4 poliziotti condannati a tre anni

Nel 2015 un turista americano era stato picchiato da quattro poliziotti che lui stesso aveva chiamato per denunciare alcuni ragazzi stranieri che stavano facendo il bagno in una fontana a Roma. Adesso il Tribunale ha condannato gli agenti a pene tra i 36 e i 39 mesi di carcere. Il fatto risale alla notte del 2 luglio 2015 quando Giuseppe Mercadante, imprenditore italo-americano, aveva fermato una volante della polizia in piazza Navona per segnalare alcuni ragazzi che stavano facendo il bagno nella fontana dei Quattro Fiumi del Bernini. Invece che identificare e multare i vandali, i poliziotti se la sarebbero presa con l’uomo, accanendosi contro di lui.

Pugni e ginocchiate

Gli agenti hanno chiesto i suoi documenti e sembra si siano spazientiti quando hanno visto una patente rilasciata dallo Stato della Virginia. Ne sarebbe quindi nata una discussione riguardante la difficile identificazione tramite quel documento straniero. Ciuffetelli e Ricciardone avrebbero quindi chiesto a Mercadante, costituitosi parte civile con l'avvocato Gloria Testa, di seguirli nella volante. Lui si sarebbe però opposto e Ciuffetelli, per il pubblico ministero, avrebbe reagito “ricorrendo a modi non consentiti dalla legge”. A quel punto lo hanno caricato sulla volante e portato in commissariato dove è stato fotosegnalato, perquisito e trattenuto fino alle 9 del mattino del giorno dopo, senza neppure la possibilità di telefonare al fratello per farsi portare il passaporto. L’imprenditore si sarebbe ritrovato con un ginocchio puntato alla schiena e il volto schiacciato sui sampietrini. Avrebbe anche ricevuto due pugni alla schiena. I giudici hanno inflitto le pene più severe, tre anni e tre mesi, a Stefano Ciuffetelli e Raffaele Ricciardone.

Secondo l'accusa Ciuffetelli sarebbe l’agente che ha schiacciato a terra con il ginocchio la faccia dell’uomo. Ricciardone sarebbe invece un poliziotto della pattuglia richiamata dal turista. Per gli altri due poliziotti, Gianluca Mazzara e Franco De Angelis, giunti in piazza Navona durante l'intervento degli altri colleghi, tre anni di carcere. Tutti sono stati accusati di abuso d'ufficio. A Ciuffetelli e Ricciardone è contestata anche l'omissione d'atti d'ufficio per la mancata identificazione dei ragazzi stranieri che stavano facendo il bagno nella fontana. Gli imputati sono tutti del commissariato Trevi Campo Marzio. Per il momento non è ancora stato avviato nessun procedimento disciplinare nei loro confronti.

Il turista: "Sono stato a lungo sotto choc"

In aula Mercadante davanti alla II sezione penale del Tribunale aveva raccontato: “Ero a Roma da pochi giorni, con un amico ci mettiamo d'accordo per mangiare una pizza in centro. Dopo una passeggiata a Campo de' Fiori decidiamo di proseguire verso piazza Navona. Ad un certo punto notiamo un assembramento di persone, della confusione. Alcuni ragazzi stanno facendo il bagno nella fontana, quella più vicina al Senato. Cerco così di richiamare l'attenzione di una macchina della polizia che sta passando. L'incubo comincia allora... Un agente mi prende il braccio destro e cerca di mettere le manette. Non ci riescono e allora mi colpiscono con pugni dietro la schiena. Sono sdraiato sui sanpietrini, il viso premuto a terra... Il mio amico verrà rilasciato prima... Sono stato a lungo sotto choc”.

Segui già la pagina di Roma de ilGiornale.it?

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti