Il vaccino italiano diventa realtà: al via la sperimentazione a Roma

Oggi allo Spallanzani il primo volontario inizierà la sperimentazione. Servirà per capire se vi sono effetti collaterali e se la dose è immunogenica

Il vaccino italiano contro il coronavirus sta per diventare realtà. Come reso noto dal direttore sanitario dello Spallanzani di Roma, Francesco Vaia, oggi è arrivato il primo volontario che si sottoporrà alla sperimentazione del vaccino. Si tratta di un 50enne residente a Roma, che ha fatto questa scelta perché dovrà recarsi per lavoro all'estero, nel Golfo persico. L’uomo, che ha asserito di credere nella scienza italiana, ha preferito non rendere noti i suoi dati anagrafici.

Al via la sperimentazione sull'uomo

Saranno 90 i volontari che inizieranno la sperimentazione del vaccino contro il coronavirus. Vaia si è detto molto soddisfatto e orgoglioso. Ha inoltre aggiunto che viene così inaugurata “la classica fase uno che dovrà verificare se la dose di vaccino non darà effetti collaterali al paziente e, soprattutto, se questa dose è immunogenica, se capace cioè di produrre all'interno dell'organismo la creazione di anticorpi. Anticorpi che devono essere neutralizzati, cioè capaci di bloccare la replicazione virale. Dopodiché i cittadini sottoposti alla sperimentazione, fino all'autunno, verranno osservati per 12 settimane. La seconda e la terza fase prevedono la sperimentazione nei paesi nei paesi dove la virulenza è molto più alta rispetto all'Italia, come il Brasile o il Messico". Se tutto andrà come previsto già la prossima primavera il vaccino potrebbe essere in commercio. Tutto dipenderà dalla velocità e dai risultati dei test. La speranza è quella di riuscire a terminare la sperimentazione entro l’anno.

Oggi, all’avvio della sperimentazione sono intervenuti anche Nicola Zingaretti, presidente della Regione Lazio e Alessio D’Amato, Assessore alla Sanità integrazione Socio-Sanitaria della Regione Lazio. Il governatore ha commentato il risultato finora ottenuto dichiarando che "sarà un vaccino pubblico, e a conclusione della fase di sperimentazione sarà a disposizione di tutti quelli che ne avranno necessità". Zingaretti ha anche aggiunto come non sia corretto attribuire al personale sanitario tutti i problemi, affermando che il Lazio sta cercando di incentivare i controlli nei box e nei drive-in. Serve però un senso di responsabilità comune o non servirà a nulla. Dopo aver sottolineato l’importanza della giornata di oggi, il governatore ha aggiunto: “Stiamo parlando del vaccino italiano sostenuto dalla Regione Lazio e rappresenta un importante salto in avanti contro il virus. Abbiamo sostenuto con grande forza il progetto di ricerca. Crediamo molto nel vaccino bene comune e abbiamo finanziato un progetto pubblico e a disposizione di tutti coloro che ne avranno necessità".

L'Italia è protagonista

Giuseppe Ippolito, direttore scientifico dell'istituto nazionale per le malattie infettive Lazzaro Spallanzani, ha detto che oggi "l'Italia entra tra i protagonisti nella guerra dei vaccini". Il vaccino è stato realizzato dall’azienda ReiThera e dall’istituto Spallanzani grazie a finanziamenti giunti dalla Regione Lazio e dal ministero della Ricerca, per un totale di 8 milioni di euro, dei quali cinque a carico della Regione e tre del Mur. La seconda fase di sperimentazione, che vedrà impegnati 500-1000 volontari, avrà inizio quando saranno disponibili i risultati della prima. Il vaccino in questione ha superato i test preclinici effettuati sia in vitro che in vivo su modelli animali, i quali hanno sottolineato la forte risposta immunitaria indotta dal vaccino e il buon profilo di sicurezza.

In seguito, l’Istituto Superiore di Sanità, l'Agenzia Italiana del Farmaco e il Comitato Etico Nazionale per l'Emergenza COVID-19, hanno dato la loro approvazione alla fase 1 della sperimentazione sull'uomo. Oggi il primo volontario ha ricevuto tramite iniezione intramuscolare la dose di vaccino e iniziato l'iter che lo vedrà nei prossimi mesi sottoporsi a vari controlli periodici. Questi serviranno ai ricercatori per verificare la sicurezza e la tollerabilità del vaccino, oltre alla presenza di effetti collaterali.

Segui già la pagina di Roma de ilGiornale.it?

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

nerinaneri

Lun, 24/08/2020 - 11:12

...dando per scontato che ci verrà iniettata dell'acqua del rubinetto (nella migliore delle ipotesi)...

jaguar

Lun, 24/08/2020 - 11:14

Sperimentazione avviata tra volontari della maggioranza?

Ritratto di 98NARE

98NARE

Lun, 24/08/2020 - 11:30

nessuno obbligherà nessuno a farlo con la forza, se per qualcuno sarà " acqua del rubinetto", fanne a meno e auguri .

Ritratto di Smax

Smax

Lun, 24/08/2020 - 12:12

Ottimo. Per primo sperimentatelo sui politici. Poi se funziona anche a tutti gli altri.

Ritratto di Fralabbate

Fralabbate

Lun, 24/08/2020 - 12:27

Un pó come la malaria, in cui é peggio la cura del male.... Non sta morendo ormai piú nessuno e questi insistono coi vaccini

Ritratto di moshe

moshe

Lun, 24/08/2020 - 13:47

Il vaccino italiano è già realtà ... ... ... finora solo tante parole, parole che non hanno fatto altro che creare confusione e contraddirsi, esisterà ancora una persona seria? ne dubito!

Ritratto di Soloistic69

Soloistic69

Lun, 24/08/2020 - 13:51

Giuseppi conte sta aspettando...

Ritratto di HARIES

HARIES

Lun, 24/08/2020 - 13:55

Oggi in TV ho visto Zingaretti che sbandierava questa notizia. Sembrava lui il Primario. Poi appare il Secondario (Speranza). Ed infine il vero esperto che ha detto che ci vorranno ancora mesi prima che si possa produrre... Calma, calma, noi non abbiamo fretta. Intanto Putin e Trump ci danno dentro e risolvono la situazione. Un nota: Non si illudano questi signori del PD/Governo di offuscare le loro responsabilità sulla gestione della pandemia. Si rammentino che sono sempre indagati!!!

rokko

Lun, 24/08/2020 - 14:09

nerinaneri, perchè secondo lei "nella migliore delle ipotesi ci verrà iniettata acqua di rubinetto" ? Se pensate che sia così, quando il vaccino sarà disponibile non fatelo e basta, qual è il problema ?

sbrigati

Lun, 24/08/2020 - 14:52

Il governo ha finanziato la ricerca di un vaccino elargendo munificamente oltre 100 milioni al signor Gates quando un istituto pubblico ITALIANO lo ha trovato con solo 8 milioni, qualcosa non torna.

Ritratto di Iam2018

Iam2018

Lun, 24/08/2020 - 15:18

Ma quanto siamo fighi noi itagliani. E c'è anche chi vorrebbe farci vaccinare obbligatoriamente. E c'è anche chi fa il bullo dicendo "se non vi piace non fatevi vaccinare". Mettetevi in pace con voi stessi sinistrati.

Ilsabbatico

Lun, 24/08/2020 - 15:44

Meno male che dove vivo io non penso proprio che mai sarà obbligatorio....

arieccomi

Lun, 24/08/2020 - 16:01

Peccato che se ci sarà un vaccino italiano efficace saranno prima i migranti a beneficiarne, poi l’intera Africa poi il mondo intero e infine se avanzano gli italiani.

newman

Lun, 24/08/2020 - 16:08

Un pó in ritardo, direi; siamo all'inizio della fase II mentre altri sono giá al termine della fase III. Il vaccino prodotto dall'Astra Zeneca dovrebbe essere giá pronto per la distribuzione a novembre.

Scirocco

Lun, 24/08/2020 - 16:36

Come mai sono necessari i volontari per testare il vaccino? Se è così sicuro possono benissimo testarlo i virologi o i politici che vogliono renderlo obbligatorio.

sbrigati

Lun, 24/08/2020 - 16:58

@scirocco 16.36. Esatto!

Ritratto di giangol

giangol

Ven, 28/08/2020 - 13:44

Cmq per i sinistri rossi il merito è dei finti naufraghi ops risorse.