Vittima di abusi prima dal padre e poi dall'ex compagno: li fa condannare entrambi

La donna, una ragazza romana di 27 anni, ha trovato il coraggio di denunciarli. Il papà dovrà scontare dieci anni di carcere, mentre all’ex marito ne sono stati dati cinque

Vittima di abusi prima dal padre e poi dall'ex compagno: li fa condannare entrambi

Ha subito violenze prima da parte del padre e poi dal compagno. Ha trovato il coraggio di denunciarli entrambi ed è riuscita farli condannare. E così il papà dovrà scontare dieci anni di carcere, mentre all’ex marito ne sono stati dati cinque. La sentenza è arrivata ieri ed è stata emessa dal tribunale di piazzale Clodio a Roma. Vittima degli abusi è stata una ragazza di 27 anni originaria della Capitale. La giovane ha dovuto sopportare le angherie del padre violento da quando aveva otto anni fino ai 16. Una volta uscita di casa, si è però ritrovata sotto le grinfie del compagno, un rumeno con il quale la ragazza sperava di potersi costruire una famiglia felice. Gli episodi più seri risalgono al periodo dell’adolescenza. Il padre e l’ex compagno della donna sono stati invece assolti per il reato di maltrattamento in famiglia perché prescritto.

Come riporta Il Messaggero, la donna ha raccontato un fatto particolare prima alla psicologa e poi in aula. La giovane si era trovata sola in casa con il padre perché la mamma era in ospedale per la nascita del fratellino. A un certo punto suo papà le avrebbe detto di volere un caffè ma in realtà intendeva dire che avrebbe compiuto una violenza sulla figlia. E così si è consumato il primo abuso quando la ragazza aveva 8 anni e la famiglia viveva nella zona di Cornelia. La donna ha detto di sentirsi sottomessa e terrorizzata e ha aggiunto che ci sono stati tanti altri abusi.

Stando alle ricostruzioni, la prima denuncia è avvenuta nel 2009. Le indagini si sono bloccate più volte. In un primo momento anche la sorella avrebbe denunciato gli abusi. Poi ci sono state delle smentite su questi fatti e così il processo è iniziato dopo anni. Inizialmente la ragazza ha avuto qualche esitazione ma poi si è rivolta a un avvocato, esperta in reati sessuali e le ha confermato gli abusi dandole ogni informazione utile. Dall’altra parte, il legale del padre condannato ha detto che punterà all’appello e ha sottolineato che la donna ha trascorso una adolescenza felice e non ci sono riscontri su quanto successo.

Si tratta dell'ennesimo episodio di violenza sulle donne. Sempre a Roma una cinquantenne ha denunciato il suo ex compagno e l'ha fatto arrestare perchè la costringeva a subire insulti, minacce di morte, aggressioni verbali e fisiche. L'uomo era arrivato a fratturarle lo zigomo.

Commenti