Ronaldinho show, Pato è il suo profeta: altro che bolliti

SIENA
CURCI 6
Se c'è contro il Milan vede nero e prende gol. Puntualmente.
ROSSETTINI 5
Invece degli scarpini impugna il randello che è un vero piacere.
BRANDAO 5
Brasiliano come Pato e Dinho, vede poco i due attesi rivali.
FICAGNA 5
Chiude per quel che può, con l'attaccatutto se non ha altro a disposizione.
DEL GROSSO 6
Festeggia le 100 presenze con una grande corsa sul binario sinistro.
VERGASSOLA 5
Capitano di lotta più che di governo, ammonito per eccesso di fallo sul povero Pato.
CODREA 5
Controlla da lontano Dinho, poi si dedica ad altro. (Dal 13’ st Ekdal sv)
JAROLIM 6
Un tiro, uno solo, propizia il gol dell'1 a 1. (dal 35’ st Reginaldo sv)
FINI 5.5
Diventa trequartista: trasformazione tattica non genetica. (Dal 13 st Paolucci 5)
GHEZZAL 6
Storari gli serve una palletta comoda comoda: cosa vuole di più dalla vita?
MACCARONE 5
S'impegna alla morte contro un mostro di difensore.
All. Giampaolo 5
Lo dice e lo fa: aspetta il Milan per preparare il contropiede.

MILAN
STORARI 6
Debutto in chiaro-oscuro: non trattiene il primo tiro del Siena e prende subito gol ma nessuno, sia chiaro, rimpiange Dida o Kalac.
ZAMBROTTA 6.5
Attento e scrupoloso nel chiudere la porta di casa, si limita a fare il suo senza inseguire velleitari assalti offensivi.
NESTA 7.5
Diciamolo sotto voce: se continua come nel 1° tempo è da mondiale. Più avanti accusa la fatica e si concede qualche pausa.
THIAGO SILVA 6.5
Quando cala Nesta, sale in cattedra lui.
JANKULOVSKI 6
Se difende è un disastro, se attacca da dietro è utile. Si mangia un cioccolatino di Dinho che grida vendetta.
GATTUSO 7
Da capitano timbra il cartellino numero 400: è tornato il leone di Schiavonea grazie all'estate passata lavorando. (Dal 15 st Ambrosini sv)
PIRLO 6.5
Buona la condizione, da sistemare la mira su punizione.
FLAMINI 6.5
Utile se attacca (sull'1 a 2), meno attento se deve guardare le spalle dei suoi sodali di difesa.
RONALDINHO 8
Serata da incorniciare: gol su punizione (annullato), due assist e una serie di giocate uniche. Se è questo il Gaucho, di Kakà non c'è nostalgia, per ora.
PATO 8
Comincia svogliato poi si applica e trasforma tutto quello che tocca in oro. Anzi in gol. Un vero demonio per la difesa del Siena.
BORRIELLO 6
Ha solo la maglia di Kakà e si sa. Dà battaglia, discute, troppo, con Gattuso e Tassotti alla ricerca di posizione.
All. Leonardo 7
Un brasiliano che fa Nascimiento di nome e Leonardo di cognome può sbagliare la prima della sua nuova carriera?

Arbitro: Tagliavento 6
L'assistente Grilli indovina quasi tutto, lui fischia il giusto.

Commenti