Sace migliora i conti Cresce del 56% l’ultile semestrale

Risultati in forte crescita per Sace nei primi sei mesi del 2009. I conti, approvati ieri dal cda, sono superiori alle aspettative del piano industriale 2008-2010 ed in crescita rispetto allo stesso periodo del 2008. In particolare, l’utile lordo del primo semestre è stato di 533,4 milioni, con un incremento del 62% rispetto allo stesso periodo del 2008 (pari a 329,5 milioni); l’utile netto è stato di 338,9 milioni, in crescita del 56% rispetto ai primi sei mesi dello scorso esercizio; i premi lordi dei primi sei mesi del 2009 sono stati pari a 103,1 milioni, sostanzialmente stabili rispetto allo stesso periodo del 2008; gli oneri netti relativi ai sinistri del periodo sono stati pari a 18,3 milioni, in linea con i valori contenuti registrati già negli anni precedenti, pur a fronte di una congiuntura generale particolarmente delicata; l’attività di ristrutturazione e recupero crediti ha generato 46,7 milioni.
La buona performance del semestre, si legge in una nota, «è da attribuire al positivo contributo della gestione finanziaria, che ha beneficiato di una politica prudenziale sul fronte degli investimenti, e alla sostanziale tenuta del risultato del conto tecnico nonostante la difficile congiuntura». «In un contesto di significativo deterioramento come quello attuale - ha dichiarato l’ad, Alessandro Castellano - confermiamo il nostro impegno di lungo periodo quale principale operatore nel mercato dell’assicurazione del credito. Continuiamo pertanto - ha aggiunto - a interagire con i nostri clienti per ricercare soluzioni anche nei settori maggiormente esposti alla crisi, mantenendo un risk appetite che possa contribuire a superare l’attuale sfavorevole congiuntura».

Commenti

Grazie per il tuo commento