Olio di neem, perché fa bene alla pelle (e allontana le zanzare)

L’olio di neem è un olio vegetale dall’azione antinfiammatoria, antimicotica e antiparassitaria. Utilizzato principalmente per la cura del corpo e dei capelli, è anche un valido repellente contro le zanzare

Olio di neem, l’alleato per la cura della pelle e dei capelli

L’olio di neem è un olio vegetale contemplato nella medicina Ayurvedica per le sue innumerevoli virtù benefiche. Si ricava dai semi di una pianta chiamata Azadirachta, pianta dalle origini indiane ma è largamente coltivata anche in Africa, Stati Uniti e Australia.

L’olio di neem è utilizzato solo per uso esterno e non è assolutamente indicato ad uso orale. Emana un odore acre e pungente, spesso non ben tollerato da chi è più sensibile agli odori.

Quali sono i benefici dell’olio di neem

Quest’ olio vegetale svolge un’azione antinfiammatoria, antimicotica e antiparassitaria. È un vero e proprio alleato di bellezza tanto da essere utilizzato principalmente per la cura della pelle e dei capelli.

Ecco quali sono i suoi benefici per la cura del corpo e non solo:

  • contrasta la micosi dell’unghia: grazie alla sua azione antimicotica è in grado di contrastare i funghi che sono i responsabili dell’onimicosi. Basta applicare poche gocce sulla superficie danneggiata per liberarsi di questo problema molto diffuso, oltre ad essere efficace anche come prevenzione di questo disturbo. Prezioso anche per rafforzare le unghie sia delle mani che dei piedi, dopo la stagione estiva;
  • previene le smagliature: la sua azione emolliente e idratante agisce sulla formazione delle smagliature, rimediando i loro danni quando sono ad uno stadio iniziale. È indicato anche per far assorbire efficacemente le cicatrici;
  • elimina la candida: la sua azione antimicotica e antifungina è valida anche per curare questo disturbo. Basta aggiungere alcune gocce nel detergente intimo per liberarsene in maniera naturale;
  • nutre la pelle: ricco di vitamina E e sostanze antiossidanti è indicato per prendersi cura della pelle del viso e del corpo. È consigliato a chi soffre di pelle secca. Grazie alla sua preziosa azione idratante, la nutre in profondità rendendola elastica e mantenendola giovane, più a lungo. È infatti un ottimo rimedio contro le rughe perché stimola la formazione del collagene;
  • antizanzare naturale: applicare qualche goccia sulla pelle è utile per tenere lontane le zanzare quando si è all’aperto, soprattutto in estate. È anche in grado di alleviare efficacemente il rossore e il prurito dopo le punture di questi insetti. Può anche essere aggiunto nei sottovasi dove si concentra l’acqua nella quale le loro larve tendono a proliferare;
  • rimedio contro le pelli grasse: la sua azione purificante riequilibra il sebo della pelle curandola dall’acne.

Usi e controindicazioni dell’olio di neem

L’olio di neem può essere acquistato in erboristeria in forma pura. Spesso lo si trova in commercio in numerosi prodotti cosmetici come saponi, lozioni per capelli, creme per pelli impure o nei repellenti per zanzare. Poiché non sempre è tollerato puro, principalmente a causa del suo odore sgradevole, spesso lo si addiziona ad altre tipologie di olio come quello di mandorle dolci, jojoba o tea tree oil. Questa combinazione di olii essenziali non solo serve a rendere più gradevole l’olio di neem ma anche - e soprattutto - per potenziarne l’azione.

L’olio di neem andrebbe utilizzato con moderazione. Infatti il suo utilizzo eccessivo può provocare rossori dovuti ad una ipersensibilizzazione da parte della pelle. Va utilizzato solo per uso esterno. Si consiglia di limitarne l’uso soprattutto durante la gravidanza o la successiva fase dell’allattamento.

Commenti