Micosi dell’unghia, come riconoscerla e curarla coi rimedi naturali

La micosi dell’unghia è un’infezione molto diffusa. È provocata da specifici funghi che si cibano di cheratina e provocano la comparsa di inestetiche striature e macchie giallastre

Micosi dell’unghia, come riconoscerla e curarla coi rimedi naturali

La micosi dell’unghia è anche nota come onicomicosi. Non è altro che un’infezione dell’unghia provocata da determinati funghi. Risulta contagiosa e si verifica maggiormente sulle unghie dei piedi rispetto a quelle delle mani e ad essere colpito è soprattutto l’alluce. È un problema molto diffuso e può diventare un cruccio in vista della stagione estiva.

Secondo l’Osservatorio nazionale sulle onicomicosi (ONO), in Italia di questa infezione ne soffre circa il 16,1% della popolazione. La fascia d’età più colpita è quella che va dai 45 ai 60 anni. Il rischio di contrarla aumenta del 23% dopo i 60 anni.

Come riconoscere la micosi dell’unghia

Questo tipo di micosi trasforma l’aspetto dell’unghia che diventa fragile e cambia di colore; inoltre, può provocare anche una deformazione e un ispessimento della sua forma. I responsabili di questa infezione molto diffusa sono dei funghi che si moltiplicano nell’ambiente umido creato da calze e scarpe di materiali poco traspiranti. Questi funghi si nutrono principalmente di cheratina di cui le unghie sono ricche.

Il contagio può anche avvenire a contatto con ambienti comuni come spogliatoi, piscine e bagni. Le persone più a rischio sono quelle che hanno contratto già in precedenza questo tipo di infezione o altre tipologie di micosi, chi soffre di alluce valgo e i soggetti diabetici. Anche chi tende a indossare delle scarpe scomode per molte ore durante la propria giornata rischia di contrarre questo problema.

Il primo campanello d’allarme di questo problema è rendersi conto che le proprie unghie tendono a diventare più fragili, tanto da sfaldarsi con facilità. Successivamente all’indebolimento l’unghia si ricopre di striature giallastre o macchie di colore marrone. A lungo andare, l’unghia può persino distaccarsi. Oltre ad essere un’infezione che provoca disagio dal punto di vista estetico, è accompagnata nei casi gravi da un dolore alle falangi e da un’infiammazione fastidiosa della pelle intorno all’unghia stessa.

I rimedi naturali contro la micosi dell'unghia

I rimedi naturali sono efficaci soprattutto nella fase iniziale del problema. Ecco quali sono quelli più diffusi e consigliati dagli esperti:

  • bicarbonato: sconfigge e previene molte tipologie di micosi, molto utilizzato per eseguire degli impacchi sull’unghia colpita. Quest’ultimi vanno ripetuti più volte durante la giornata;
  • sale, aceto e limone: la loro combinazione può essere utilizzata per lavare periodicamente i piedi;
  • tea tree oil: prezioso antibatterico, le sue gocce vanno applicate direttamente sull’unghia;
  • olio essenziale di lavanda: bastano poche gocce da miscelare all’acqua utilizzata per lavare i piedi o applicate direttamente sulla zona interessata.

Come prevenire l’onicomicosi

Per prevenire questo problema bisogna prestare molta attenzione all’igiene del piede e al cambio quotidiano delle calze. Le unghie vanno accorciate e lavate spesso. Mai indossare per molte ore lo stesso tipo di scarpa: meglio alternare diversi tipi di calzature e, soprattutto, diffidare delle scarpe usate.

Va inoltre evitato di condividere asciugamani e attrezzi per la pedicure e la manicure con altre persone. Bisogna poi cercare di non percorrere a piedi nudi ambienti a rischio contagio come piscine, saune e spogliatoi. Alla prima comparsa del problema non bisogna mascherarlo con l’uso di smalti cosmetici perché nella maggior parte dei casi il loro utilizzo tende a peggiorare l’infezione. In alternativa, possono essere usati smalti curativi, anche colorati, in grado di far regredire l'infezione fino a eliminarla.