Red Bull, ecco cosa accade al tuo corpo dopo averne bevuta una

Uno studio ha svelato i tempi necessari al nostro corpo per "smaltire" la caffeina contenuta negli energy drink

Red Bull, ecco cosa accade al tuo corpo dopo averne bevuta una

La Red Bull è ormai una bevanda fondamentale per chi deve stare per lunghe ore concentrato. Studenti universitari, lavoratori notturni e anche molti atleti ricorrono al famoso energy drink per tenersi svegli e attenti.

Ma cosa c'è dentro ad una Red Bull? E soprattutto, che effetti produce sul corpo di chi la assume? Ha risposto a queste domande una infografica pubblicata personalise.co.uk e analizzata dal Daily Mail.

Ecco i punti dell'infografica, che spiegano minuto dopo minuto le fasi di assunzione del nostro organismo delle sostanze presenti nella Red Bull:

1. Dopo 10 minuti: Dopo aver consumato un energy drink ci vogliono circa dieci minuti perché la caffeina entri in circolo. Il battito cardiaco si velocizza e la pressione aumenta.

2. 15-45 minuti dopo: È il momento in cui il livello di caffeina nel vostro sangue è più alto. Appena lo stimolante inizia ad avere effetto vi sentite più vigili, assistendo a miglioramento della vostra capacità di concentrazione e della vostra prontezza.

3. 30-50 minuti dopo: L'assorbimento della caffeina è concluso, il vostro fegato reagisce assorbendo più zuccheri dal sangue.

4. Un'ora dopo: Il vostro corpo subisce un crollo del livello degli zuccheri e soffre le conseguenze della fine dell'effetto della caffeina. Iniziate a sentirvi stanchi e ad aver meno energia a disposizione.

5. 5-6 ore dopo: È il giro di boa della permanenza nel vostro corpo della caffeina: ci vogliono cioè 5-6 ore per ridurre il livello di caffeina contenuta nel sangue del 50%. Le donne che assumono la pillola anticoncezionale hanno bisogno del doppio del tempo perché il loro corpo smaltisca la stessa quantità di caffeina.

6. 12 ore dopo: È il tempo di cui necessita la maggior parte delle persone per smaltire interamente la caffeina contenuta nel sangue. Il tempo necessario per completare questo processo è legato a molti fattori, tra cui l'età e l'attività svolta.

7. 12-24 ore dopo: Essendo la caffeina una droga, chi la assume regolarmente può accusare sintomi di crisi d'astinenza 12-24 ore dopo l'ultima dose, come ad esempio mal di testa, irritabilità e costipazione.

8. 7-12 giorni dopo: Gli studi hanno dimostrato che questo è il momento in cui il vostro corpo si abitua ai livelli di caffeina regolarmente assunti. Questo significa che vi state abituando a questi dosaggi e che proverete effetti meno intensi all'assunzione della prossima dose.

Ma non sono solo questi i problemi. Dietro gli effetti "miracolosi" delle energy drink, infatti, ci sarebbero alcuni rischi per i consumatori. Secondo Stuart Farrimond, un ricercatore alimentare intervistato dal Daily Mail, assumere caffeina attraverso queste bevande è assolutamente sbagliato. Il motivo è quello della presenza "allarmante" di grandi quantità di zuccheri.

Non solo. Perché a preoccupare lo studioso è anche l'acidità di queste bevande. La Red Bull, ad esempio, ha un pH di 3.3, lo stesso - per intenderci - che ha l'aceto. Il tutto sembra essere una combinazione perfetta - ha aggiunto l'esperto - "per corrodere lo smalto dei denti, causando carie e problemi anche più seri".

Rischi, dunque, cui bisogna aggiungere la possibilità che gli energy drink come la Red Bull ci rendano meno capaci di pensare in maniera creativa. E chi deve rimanere sveglio la notte si prenda un bel caffè, ma con moderazione.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti