Terapie cellulari, presto un nuovo centro di sviluppo Olanda

Grazie a Bristol Meyer Squibb le terapie cellulari potranno contare su un nuovo centro di sviluppo a Leiden, in Olanda. Il centro all'avanguardia vedrà l'inizio dei lavori di costruzione entro la fine dell'anno

Terapie cellulari, presto un nuovo centro di sviluppo Olanda

Le terapie cellulari, in Europa, avranno una nuova sede: si tratta di Leiden, in Olanda, luogo che ospiterà il nuovo sito di produzione di Bristol Myers Squibb. La regione, vicina ad Amsterdam e nel pieno di un processo di espansione, è stata denominata "la regione delle scienze della vita" e rappresenta un nodo di importanza fondamentale grazie alla comodità di accesso per la spedizione delle cellule dei pazienti.

Il nuovo investimento va ad aggiungere un ulteriore tassello all'impegno di Bristol Myers Squibb nei confronti dei pazienti con tumori ematologici aggressivi, alla luce dei successi nel settore delle terapie cellulari e del suo franchising. Quinto centro di produzione di terapie cellulari all'avanguardia dell'azienda e primo in Europa, quello di Leiden diventa un punto focale dal punto di vista produttivo a livello globale.

L'impianto nelle vicinanze di Amsterdam si occuperà principalmente della produzione di terapie cellulari multi-prodotto, oltre a dare forza alla capacità produttiva dell'intera catena. Grazie ad attrezzature di produzione e sistemi digitali all'avanguardia, oltre all'impiego di tecnologie di ultima generazione. Conclusa la fase di progettazione della sede, saranno avviati i lavori di costruzione, previsti entro la fine dell'anno. A conclusione, i pazienti potranno contare su un accesso ancora più semplice alle terapie cellulari.

Ann Lee, Ph.D., Senior Vice President, Cell Therapy Development & Operations, Bristol Myers Squibb, ha commentato con soddisfazione il passo dell'azienda che punta tutto sull'innovazione in funzione dello sviluppo di nuove ed efficaci terapie: «L’elemento chiave dell’impegno di BMS nelle terapie cellulari è il continuo investimento in capacità produttive avanzate, l'espansione della nostra rete globale e la capacità di trattare i pazienti, riducendo i tempi di consegna e ottimizzando i costi». «Continuiamo ad accrescere la nostra presenza in Europa e in particolare in Olanda, che offre un polo innovativo per le scienze della vita e talenti industriali a livello mondiale. Siamo impazienti - ha sottolineato Lee -di assumere nei prossimi anni centinaia di persone di talento che potranno unirsi al nostro team globale e partecipare al nostro percorso nell’ambito delle terapie cellulari».

Commenti