Seat ancora in rialzo

Fine settimana di consolidamento a Piazza Affari, che ha reagito con toni inferiori rispetto all’andamento delle altre Borse europee. L’indice Mibtel è migliorato di una frazione nel finale (più 0,13%), mentre l’S&P Mib è rimasto praticamente invariato in una giornata in cui si è assistito ad un rallentamento di attività. L’interesse del mercato è stato sempre più rivolto ai risultati emersi dalle relazioni semestrali, presentate in questi giorni. Al riguardo l’impennata di Trevi (più 4,9%) per i positivi risultati dei primi sei mesi, come indicato ieri dai vertici della società. Nei bancari oscillazioni alterne per le «popolari», con la Bpi in recupero, sorretta da ricoperture, mentre arretrano Popolare Milano (meno 1,7%) e Spoleto. Ancora nel mirino le azioni di risparmio, con nuove impennate per Stefanel (più 2,6%), Seat Pagine Gialle (più 3,3%) e Carige (più 11,2%). Negli assicurativi, risveglio di Alleanza (più 2%) dopo le indicazioni dei vertici delle Generali circa un possibile destiling del titolo. Fiat ha «tenuto», con la chiusura sopra i 7 euro, mentre sono apparse trascurate le holding di controllo. Nel limbo del listino in evidenza Cucirini (più 3,3%), La Doria(più 3,7%) e Cembre (più 5,6%).

Commenti