Serie A, stadi più pieni quest'anno. E in tv la Coppa Italia batte la Champions

La Lega Calcio diffonde i dati sulla presenza di tifosi negli impianti. Media di 24.500 spettatori, l'Inter è la squadra col maggior seguito di pubblico. In tv il match più visto è stato il derby della Madonnina di ritorno. Per la Juve oltre un milione di telespettatori sul satellite

Calcio italiano in sofferenza causa stadi mezzi vuoti? La Lega Calcio smentisce almeno in parte questa teoria diffondendo gli ultimi dati sulla partecipazione del pubblico dal vivo alle gare. La media spettatori in Serie A Tim infatti è in sensibile crescita rispetto all'affluenza negli stadi della scorsa stagione (situazione aggiornata dopo la settima giornata di ritorno): 24.559 presenze a partita contro le 24.167 del 2008/2009 (due anni però fa erano ferme a 22.396).
La giornata record, complice il calendario accattivante pur senza scontri di cartello - resta la tredicesima di andata del 22 novembre 2009, nella quale si registrarono 29.406 spettatori a partita. Buone notizie anche per la serie B mostra un incremento di pubblico rispetto all'anno precedente, naturalmente con le dovute proporzioni: ogni match del campionato cadetto è seguito in media da 5.194 tifosi, contro i 5.107 della stagione 2008/2009 (nel 2007/2008 tuttavia la cifra era più alta, 5.563).
La media della Serie A Tim, dunque, se confermata sino al termine del campionato permetterà di superare quota 9 milioni di spettatori stagionali, livello oltrepassato solo in due occasioni (2004/2005 e 2008/2009) negli ultimi 10 anni. Invariata la classifica spettatori per gara rispetto all'ultimo report pubblicato: come del resto accade da un quadriennio, in classifica è prima l'Inter (55.063), seguita da Napoli (49.228), Milan (40.251), Roma (35.695) e Lazio (32.829). Considerando la percentuale di occupazione degli stadi, solo il Napoli mantiene la posizione ottenendo un dato di 81,7%, mentre in testa troviamo la Juventus, che riempie l'Olimpico per l'85,4% dei posti disponibili (terza e quarta piazza occupate da Genoa e Siena, con il Catania, quinto, che ha un valore vicinissimo ai toscani bianconeri).
In serie B Tim, com'è lecito attendersi nonostante gli ultimi non esaltanti risultati raccolti sul campo, è il Torino a beneficiare del maggior seguito di pubblico (13.175 tifosi), con Cesena (10.832) e Salernitana (7.609). La speciale graduatoria sul «riempimento stadio» vede invece prevalere il Vicenza (53,8%), seguito da Padova (51,6%), Torino (47%), Frosinone (45,4%) e Cesena (45,2%).
Numeri interessanti per quanto concerne i supporter dal... divano di casa. Gli ascolti televisivi delle partite trasmesse in diretta sui canali Sky, il derby di Milano dello scorso 24 gennaio è diventata la gara più vista in Serie A con 2.407.835 telespettatori e share dell'8,6%, sorpassando così (Milan-Juventus del 10 gennaio, che ottenne 2.238.133 telespettatori e share dell'8,%). Il derby della Madonnina di ritorno (1.476.027 telespettatori e 5,29% di share) è anche la sfida più vista su Mediaset Premium, che da gennaio rende disponibili i propri ascolti. In termini di audience, il club col maggior seguito sui canali Sky è sempre la Juventus (1.009.007), inseguita dall'Inter (971.626) e dal Milan (812.367).
Infine uno sguardo agli ascolti sui canali in chiaro. A dispetto di quanto si sente ripetere spesso, la Coppa Italia conserva il suo fascino nelle serate invernali davanti alla tv. Il quarto di finale di TIM Cup, l'affascinante Inter-Juventus a eliminazione diretta del 28 gennaio è stata la partita di club più vista in questa stagione con 8.123.536 telespettatori, addirittura meglio della gara di Champions-fase a gironi Inter-Barcellona, che catturò l'attenzione di 7.454.316 appassionati. A confermare questa tendenza il fatto che sul podio si piazza ancora una gara del secondo trofeo nazionale, Juventus-Napoli del 13 gennaio (7.343.758 telespettatori).