Si rivede Massa, ma solo su internet

Felipe Massa oggi lascerà l’ospedale Aek di Budapest e tornerà in Brasile con moglie e medico personale per proseguire il recupero dall’incidente. Alle 11.30, sul sito Ferrari, sarà trasmessa un’intervista satellitare con il brasiliano. Ieri il fratello Eduardo ha rilasciato alcune dichiarazioni di Felipe al tabloid inglese News of the world. «Sono fortunato ad essere ancora vivo ma non ricordo nulla dell’incidente». Il pilota guarda avanti: «Sono certo che avrò la possibilità di tornare a correre in Formula 1». Infine, il ricordo dei primi momenti in ospedale: «Quando mi sono svegliato non sapevo perché mi trovavo in ospedale, quindi ho chiesto cosa mi fosse successo. Ho cercato di togliermi da solo tutti quei tubi, mio fratello Eduardo mi ha fermato, abbiamo lottato».
Intanto ieri è arrivato un autorevole parere positivo alla richiesta della Ferrari di poter far provare la F60 a Michael Schumacher. Serve una deroga perché i test sono vietati in questa stagione. «Faremo tutto quello che è in nostro potere per concedergli appoggio», ha detto Norbert Haug, il direttore della gestione sportiva della Mercedes. «Sarebbe giusto permetterglielo, sarebbe una eccezione», ha detto Haug. «Se noi ci consideriamo onesti competitori, perché dovremmo impedirgli di fare dei test? Anche se Schumi è talmente forte che gli basterebbe scendere in pista il venerdì per portare a termine il suo lavoro».
Discorso Sauber: appiedata dalla decisione di ritirarsi della Bmw, la scuderia potrebbe non essere costretta a lasciare il circus. O Globo ha dichiarato che il compratore della scuderia di Peter Sauber sarebbe Nelson Piquet. Nei giorni scorsi il brasiliano aveva detto di «stare attenti al mondo della F1, perché succederanno molte cose, e ci saranno delle novità». Così il figlio Nelsinho su Twitter: «Il nome Piquet F1 mi piacerebbe, c'è gente che sta facendo crescere queste voci sulla Bmw. Gli altri inventano e io collaboro...».

Commenti