Sicilia, Emilia e Veneto Tante pagine dedicate alla loro ottima tavola

Sicilia, Emilia Romagna e Veneto sono le regioni italiane alle quali il nuovo numero di Gusto dedica tre ampi speciali. Tre servizi in cui gli argomenti sono stati attentamente scelti tra quelli più attraenti del momento, trattati con il coinvolgimento di autorevoli protagonisti specializzati o di personaggi pubblici con la passione della buona tavola.
Originale è il modo con cui la redazione ha scelto di accostarsi al mondo dell’enogastronomia siciliana. Ci si è immedesimati nei Mille di Garibaldi che approdano a Marsala ed entrano per la prima volta in contatto con gli alimenti utilizzati dalla popolazione dell’isola. Parallelamente, si è immaginato di entrare nella palazzo del Gattopardo per scoprire cosa si mangiava, beveva e come venissero apparecchiate le tavole e ricevuti gli ospiti. Nello speciale alcuni chef spiegano alcune ricette dell'epoca.
Ampio spazio è dedicato al vino marsala, di cui molti produttori sono ancora gli stessi dell’epoca. Tra i personaggi pubblici, legati alla Sicilia, a cui è stato chiesto di raccontare il proprio rapporto con l’enogastronomia locale, figurano il ministro dell’Ambiente, Stefania Prestigiacomo, il giornalista e scrittore Pietrangelo Buttafuoco, il presentatore Pippo Baudo, lo scienziato Antonino Zichichi e l’attore Nino Frassica. Intervistata anche l'attrice Claudia Cardinale, nata in Tunisia da genitori siciliani, che interpretò il ruolo di Angelica nel film Il Gattopardo di Luchino Visconti.
Lo speciale Emilia Romagna vede protagonista principale la civiltà del maiale. Anche in questo caso è stata data la parola a personaggi importanti legati alla regione come Angelo Varni, direttore della Scuola di giornalismo dell’Università di Bologna, Franco Maria Ricci, editore e gourmet, e il comico Paolo Cevoli. Per quanto riguarda il Veneto, sono stati esaminati prodotti tipici quali il radicchio di Treviso e di Castelfranco, le ciliegie di Marostica, l’asparago bianco di Cimadolmo e il riso vialone nano veronese.
Oggetti di altri speciali sono il pesce del Garda e le «università del gusto». Per il primo sono stati intervistati sia pescatori sia i responsabili del ristorante Il Pescatore, in provincia di Mantova. Per il secondo l’attenzione si è appuntata sull'Università degli studi di Scienze gastronomiche fondata dall’associazione Slow Food, la scuola di cucina italiana Alma di Parma, di cui è rettore Gualtiero Marchesi, e il master in Fine food & beverage della Sda Bocconi diretto da Massimiliano Bruni.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti