Sicurezza, via alle ronde: ecco il regolamento

Il Viminale firma il dl contenente il regolamento per la costituzione delle ronde: potranno essere composte massimo da tre persone con più di 25 anni, non armate, non iscritte a partiti politici e che si muovano a piedi. Ai Comuni l'organizzazione dei corsi di formazione

Sicurezza, via alle ronde: ecco il regolamento

Roma - Il ministro dell’Interno, Roberto Maroni, ha firmato il dl contenente il regolamento per la costituzione delle ronde, come previsto dal pacchetto sicurezza. Il regolamento, che sarà pubblicato oggi nella Gazzetta Ufficiale, prevede tra l’altro che le ronde possano essere composte massimo da tre persone con più di 25 anni, non armate, non iscritte a partiti politici e che si muovano a piedi.

Il regolamento delle ronde Il regolamento stabilisce che le associazioni siano composte da non più di tre persone. L’età minima prevista per poterne far parte è la maggiore età, ma almeno uno dei tre dovrà avere 25 anni. Il volontario, secondo quanto si è appreso nei giorni scorsi, dovrà avere la fedina penale pulita, presentare un certificato della Asl che dimostri l’assenza di disturbi mentali, dichiarare di non assumere droghe e alcolici e non essere iscritto a nessun partito politico. Quando sarà "in servizio" dovrà indossare una pettorina di colore giallo, simile a quelle degli ausiliari del traffico delle grandi città. Le associazioni dovranno invece essere iscritte in un apposito albo tenuto dai comuni (ma il nullaosta sarà concesso dalle prefetture) e dovranno svolgere la loro attività senza fini di lucro. Non potranno ottenere sovvenzioni da partiti o movimenti politici nè da sindacati. Ai comuni, l’organizzazione dei corsi di formazione che i volontari dovranno frequentare. 

Commenti