Spaghetti, insalatina e una tazza di latte per arrivare in forma alla maturità

Ecco alcuni trucchi della dieta "antipanico" proposta dalla Coldiretti nella settimana decisiva per gli esami di maturità. Proibiti curry, pepe, paprika e troppo sale, No al digiuno e no pure alle abbuffate. Non esagerare con il caffè ed il tè, meglio una tisana rilassante

É scattato il conto alla rovescia per l'esame più temuto dagli studenti, quello di maturità. Si comincia martedì 22 giugno con lo scritto di italiano uguale per tutti. Come prepararsi al meglio per affrontare la maratona?
Coldiretti elargisce qualche consiglio alimentare per arrivare in forma al traguardo. Via libera in tavola a piatti a base di pasta, riso, frutta e verdura, uova bollite e latte caldo, mentre vanno abolite le sostanze eccitanti come il caffè al quale ricorre invece quasi uno studente su 3 o il tè che è irrinunciabile per circa uno studente su 6, nei giorni prima degli esami. Sono questi alcuni trucchi della dieta anti panico proposta dalla Coldiretti nella settimana decisiva per gli esami di maturità che provocano ansia e insonnia negli studenti che erroneamente per difendersi ricorrono nel 31 per cento dei casi al caffè o nel 17 per cento dei casi al tè secondo il sondaggio realizzato dalla redazione di Studenti.it in collaborazione con Swg.
E' invece possibile aiutarsi a vincere la preoccupazione con alimenti ricchi di sostanze rilassanti a tavola dove non devono mancare pane, pasta o riso, lattuga, radicchio, cipolla, formaggi freschi, yogurt, uova bollite, latte caldo, frutta dolce e infusi al miele che favoriscono il sonno e aiutano l'organismo a rilassarsi per affrontare con la necessaria energia e concentrazione la sfida scolastica.
Da evitare perché possono provocare insonnia sono invece caffè, patatine in sacchetto, salatini e cioccolata che sono invece spesso presenti tra le scorte di emergenza delle ansiose vigilie.
Importante rispettare un riposo adeguato e non cedere ad eccessi schizofrenici in un senso o nell'altro. La Coldiretti ricorda che è meglio evitare sia il digiuno sia gli eccessi, in particolare con cibi pesanti o con sostanze eccitanti. No agli alimenti troppo conditi che rendono più difficile addormentarsi come pure cacao, tè e caffè per la presenza della caffeina, oltre ai superalcolici che inducono un sonno di qualità cattiva con un difficile risveglio. E tra i condimenti out sono da evitare cibi con sodio in eccesso per cui vanno banditi curry, pepe, paprika e sale in abbondanza, ma anche piatti nei quali sia stato utilizzato dado da cucina. Anche gli alimenti in scatola per l'eccesso di sodio e di conservanti sono da tenere lontani.
Esistono invece cibi che favoriscono il relax per la presenza di un aminoacido, il triptofano, che favorisce la sintesi della serotonina, il neuromediatore del benessere e il neurotrasmettitore cerebrale che stimola il rilassamento. La serotonina aumenta con il consumo di alimenti con zuccheri semplici come la frutta dolce di stagione ma effetti positivi nella dieta serale si hanno con legumi, uova bollite, carne, pesce, formaggi freschi. Tra le verdure al primo posto la lattuga, seguita da cipolla e aglio, perché le loro spiccate proprietà sedative conciliano il sonno. Bene anche un bicchiere di latte caldo, giusto prima di andare a letto, che oltre a diminuire l'acidità gastrica che può interrompere il sonno, fa entrare in circolo durante la digestione elementi che favoriscono una buona dormita per via di sostanze, presenti anche in formaggi freschi e yogurt, che sono in grado di attenuare insonnia e nervosismo.
Infine un buon dolcetto di incoraggiamento ricco di carboidrati semplici ha una positiva azione antistress, così come infusi e tisane dolcificati con miele che creano un'atmosfera di relax e di piacere che distende la mente e la rende più pronta a rispondere alle sollecitazioni degli esaminatori.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti