Ad "Amici" vince Sergione ma il caso è Anna Oxa

La serata finale premiata dall'Auditel (29 per cento di share) incorona il ragazzo americano di due metri. La cantante dopo lo show invia messaggi inquietanti

Ad "Amici" vince Sergione ma il caso è Anna Oxa

Tutto extralarge. Persino le scarpe del vincitore: «Ho il 52 di piede», conferma Sergio Sylvestre, 24 anni, dall'alto dei suoi 2 metri e 08 centimetri per ben più di cento chili. L'altra sera ha vinto l'edizione numero 15 di Amici, la seconda consecutiva consacrata da cantanti in lingua inglese, e ha aperto un nuovo capitolo della sua vita da romanzo. Nato e vissuto a Los Angeles, madre messicana e padre haitiano, a 11 anni ha deciso di giocare a football americano perché «tutti mi dicevano sei alto e grosso, non puoi far altro». Poi - il caso è il giudice implacabile di ogni destino - una sera si è trovato su di una spiaggia di Gallipoli e «mi sono messo a cantare a squarciagola lasciando la gente senza fiato». Da quel momento Sergio è diventato Sergione, il cantante con la voce soul che sa rappare con dolcezza. Serate nei locali. Casting. Infine Amici. L'altra sera, lui gigantesco come il John Coffey ne Il miglio verde, ha superato Elodie battendola solo al televoto (61% contro 39) perché sono due voci e due percorsi oggettivamente inconfrontabili.

Insomma, la finale con meno «tifoseria ultras» da una parte e dall'altra, se non altro perché - il caso è sempre implacabile - entrambi i finalisti in passato hanno cantato insieme durante serate nei locali pugliesi. Un altro risultato extralarge sono gli ascolti, imparagonabili a quelli della finale dello scorso anno se non altro per giorno di messa in onda e controprogrammazione. Stavolta 5.835.000 telespettatori con 29.19 di share, picchi da sette milioni e un dato sul quale riflettere: nella fascia anagrafica compresa tra i 15 e i 34 anni (quella più preziosa dal punto di vista commerciale, anche per la musica), il 41.90 per cento dei telespettatori ha seguito la finale del programma di Canale 5. Tanto per capirci, soltanto nella serata finale l'hashtag di Amici ha ricevuto 378.170 tweet, numeri difficilmente eguagliabili da altri eventi tv. «Ho un contratto in scadenza ma non faccio le trattative sui giornali o sui social», ha detto Maria De Filippi a telecamere spente, mentre Sergione si coccolava la statua di fianco ai componenti del cast 2016: Emma, Elisa, Morgan, Loredana Bertè, Nek e Jax. Mancava Anna Oxa, esattamente come a sorpresa era accaduto durante la diretta mentre i suoi «colleghi» si erano ritrovati insieme a cantare Il mio canto libero di Battisti.

La Oxa è stata la variabile imprevista di questa settimana finale. Tanto misteriosa e quieta nelle scorse puntate, quanto cupa e aggressiva negli ultimi giorni, attaccando prima i giornalisti e Virginia Raffaele (colpevole, a detta sua, di una battuta sessista mentre imitava Jessica Rabbit) e poi nel corso della finale anche la Bertè, gli inediti di Elodie e un altro giornalista, Davide Maggio, con un siparietto che una allibita De Filippi a un certo punto ha giudicato incomprensibile. Psyco Oxa. Alla fine, mentre Sergione festeggiava e gli studi erano già chiusi, sul profilo Facebook «Oxarte» sono stati pubblicati due post che hanno scatenato più ilarità che preoccupazione. Il primo accusava la «padrona di casa» di aver ospitato i suoi nemici, garantendo che «ognuno si assumerà là proprie responsabilità». E il secondo annunciava che l'artista avrebbe lasciato l'Italia «subito dopo Amici per motivi di sicurezza». Un tantino esagerato, specialmente in tempi di Isis. E potete immaginare l'euforia ironica dei social, che si sono scatenati con parodie e battute sulla cosiddetta «Sfinge di Amici».

Ma è un dettaglio all'interno di una edizione nella quale i superospiti stranieri sono stati meno frequenti e imponenti del solito ma è cresciuto il livello qualitativo di scrittura del programma (le gag della cabina telefonica con Sabrina Ferilli sono ispirate a quelle dell'Ellen DeGeneres Show e la scena iniziale della finale è stata realmente trascinante) e la qualità di arrangiamenti e inediti ha avuto una marcia in più. Non solo il singolo Big Boy di Sergio (firmato dal grande Ermal Meta che ha firmato anche quello della vincitrice di The Voice) potrebbe girare senza imbarazzi sui network americani, ma pure gli inediti di Elodie (sui quali c'è la mano di Fabrizio Moro) non sono per nulla convenzionali. Ora vedremo: i due «vincitori» si devono giocare il futuro. E al futuro inizia già a pensare Amici, visto che comincia subito il nuovo casting e l'edizione 2016 è già passata in archivio con una velocità, anche questa, extralarge.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti