Coronavirus, morta Lucia Bosè

Lunedì 23 marzo a causa del coronavirus è venuta a mancare Lucia Bosè, a rivelarlo la stampa europea e un tweet anche il figlio Miguel

Il coronavirus continua a mietere vittime. In pochi riescono a sfuggire alla sua morsa e alla lunga lista di personalità illustri che sono passate al miglior vita si aggiunge anche Lucia Bosè. La celebre attrice, come riportano fonti vicine a El Paris, è morta a Madrid lunedì 23 marzo. La notizia è stata poi confermata da un tweet pubblicato dal figlio Miguel Bosè poco fa. "Cari amici, Vi informo che mi madre è morta. È già nel migliore dei post".

Aveva compiuto 89 anni lo scorso mese di gennaio e già da diverso tempo non era in buone condizioni di salute. Malata di polmonite, è morta perchè ha contratto il coronavirus. Da anni viveva a Segovia, un centro vicino la capitale. Lucia Bosè è stata una delle dive più amate e apprezzate del cinema e della tv di ieri e di oggi.

Nata a Milano nel gennaio del 1931, è conosciuta all’anagrafe come Lucia Borloni. La sua carriera ha inizio nel lontano 1947 quando è stata eletta Miss Italia. Prima di diventare famosa, era una cassiera della pasticceria “Galli” di Milano, ed è stata proprio Luchino Visconti a notare la sua fulminate bellezza. Lucia Bosè avrebbe dovuto partecipare a "Riso Amaro" ma all’inizio la sua famiglia si era opposta strenuamente. Nel 1950 è la data ufficiale del suo debutto sul grande schermo. Ha preso parte a molte pellicole neorealiste come "Non c’è pace tra gli ulivi" e "Cronache di un amore". Ma è stata anche la "Signora delle Camelie". Non solo film impegnati, sono diverse le commedie a cui Lucia Bosè ha preso parte, alcune di queste anche con Walter Chiari, suo fidanzato storico.

Si è sposata nel 1955 con Luis Miguel Dominguin con il quale ha messo al mondo Miguel, Lucia e Paola. Sposata con rito civile a Las Vegas, in Spagna ha ufficializzato l’unione con cerimonia religiosa. Si separò dal marito dopo dieci anni di matrimonio a causa di ripetuti tradimenti. Nel corso della sua vita ha frequentato molte personalità di spicco del teatro e della cultura come Ernest Hemingway. È conosciuta anche per "L’avaro", "I Vicere" e "Cronache di una morte annunciata". Lucia Bosè è stata anche attrice in tv. Nel 1982 ad esempio ha preso parte a "Le Cinque giornate di Milano" e di recente, esattamente nel 2010, ha partecipato come co-protagonista alla terza stagione di "Capri". Lascia un ricordo bellissimo nel cuore di tutti.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

sparviero51

Lun, 23/03/2020 - 17:21

GRANDE . R.I.P.

Una-mattina-mi-...

Lun, 23/03/2020 - 17:49

Ormai il coronavirus è diventata la principale causa di morte, pare.

ruggerobarretti

Lun, 23/03/2020 - 18:39

che riposi in pace e probabilmente lo e' gia' come dice il figlio. Il giornalista pero'!!!! 89 anni, gia' malata di polmonite, morta per coronavirus. Eppoi non c'e' sensazionalismo!!! Credo che ormai il risultato di terrorizzare le masse sia stato raggiunto, non andate oltre .

Popi46

Lun, 23/03/2020 - 19:25

@ruggerobarretti: dispettoso,mi ha anticipato il commento .....!

Ritratto di BoycottPoliticalCorrectness

BoycottPolitica...

Lun, 23/03/2020 - 19:39

Essendo ormai accertato che il coronavirus è rimasta l'unica causa di morte (non muore più nessuno di vecchiaia, di cancro, di diabete, di infarto, ecc. e pensare che erano 55.000 al mese solo in Italia, prima) una volta che avremo trovato la cura per quello diverremo immortali.