Cultura e Spettacoli

Aerosmith, Steven Tyler confessa: "Ho speso 2 milioni in cocaina"

Ospite di uno show sulla Cbs, il popolare leader della rock band degli Aerosmith confessa al conduttore James Corden: "Nella mia vita ho speso circa 2 milioni di dollari in droghe". E sorridendo aggiunge: "Ho sniffato mezzo Perù"

Aerosmith, Steven Tyler confessa: "Ho speso 2 milioni in cocaina"

Che Steven Tyler, al pari di molti altri cantanti rock, non fosse un santo, lo sapeva chiunque. Ma che il popolare leader degli Aerosmith arrivasse a confessare in diretta tv di avere speso una fortuna in droghe, chi lo avrebbe mai detto? E invece è successo durante il "The late late show" condotto da James Corden sulla Cbs, una delle tv più importanti degli Stati Uniti.

A un certo punto dell'intervista, il conduttore ha proposto a Tyler di partecipare al gioco "Spill your guts or fill your guts", che consiste nel rivolgersi reciprocamente delle domande scomode. Se uno dei due partecipanti al gioco non vuole rispondere, deve mangiare una cosa disgustosa. A un certo punto del gioco, il frontman degli Aerosmith si è sentito porre la classica domanda che ognuno di noi vorrebbe fare a un rocker: "Quanto hai speso di droghe nella tua vita?". Chiunque al posto di Tyler avrebbe glissato.

E invece, il fresco 70enne ha risposto con il sorriso sulle labbra: "Circa 2 milioni di dollari. Facile". Il conduttore, spiazzato dalla risposta di Tyler, è esploso in una risata fragorosa e con lui tutto lo studio. L'imbarazzo è andato avanti per qualche secondo, fino a quando James Corden gli ha chiesto se fosse vero. Tyler, con tutta la franchezza del mondo, ha detto: "Ho sniffato mezzo Perù", scatenando un boato di risate e di applausi che ha coinvolto tutti i presenti. Corden ha poi chiosato: "Il miglior ospite di sempre".

Una scena che gli appassionati di musica ricorderanno a lungo, quasi quanto la trovata goliardica che qualche anno fa fece finire Tyler sulle prime pagine di molti giornali di settore. In quel caso, niente confessioni scomode, ma la decisione di fingersi un senzatetto con la passione per la chitarra. Una delle tante provocazioni della sua incredibile carriera.

Commenti