Alberto Urso sbotta: "Darmi del sonnifero è poco costruttivo"

In un intervento concesso nella puntata speciale di Domenica in dedicata a Sanremo 2020, Alberto Urso ha espresso il suo disappunto su alcune critiche ricevute sul suo "bel canto"

Questa domenica, in data 9 febbraio, è stata trasmessa la puntata speciale di Domenica in dedicata a Sanremo 2020. La settantesima edizione del Festival della canzone italiana, condotta da Amadeus, ha decretato la vittoria di Diodato. E tra gli ormai ex concorrenti del Festival si è presentato dalla Venier, Alberto Urso, per rilasciare alcune dichiarazioni a margine della sua ultima esperienza maturata in tv. L'ex allievo di Amici di Maria De Filippi si è classificato solo quattordicesimo a Sanremo, con il brano Il sole ad est. Una ballad pop-lirica che il giovane ha eseguito in modo molto sentito, nel corso delle sue apparizioni alla gara sanremese. E che, inoltre, è piaciuta al pubblico, sia agli spettatori accorsi al Teatro Ariston, che ai telespettatori così come agli utenti del web.

Urso, quindi, si è palesato - al talk domenicale- visibilmente soddisfatto per il percorso intrapreso alla gara della canzone italiana, ma si è, poi, detto affranto per quanto riportato da alcuni giornalisti sul suo conto. Incalzato dalle domande della Venier, infatti, ha stigmatizzato le critiche ricevute da chi gli ha dato del "soporifero" e da chi, in generale, non ha gradito la sua partecipazione al Festival: “Non ho apprezzato le critiche poco costruttive. Ci sono rimasto male. Si potevano usare altre parole".

Il cantautore originario di Messina e classe 1997 non ha mandato proprio giù una critica, in particolare: "Ad esempio, è stato detto che sono peggio del sonnifero. Si potevano usare altri termini. Sono un ragazzo di 22 anni“. E, in risposta alla confidenza fatta dal cantante, nel corso dello speciale dedicato a Sanremo 2020, è intervenuta Selvaggia Lucarelli. La giornalista de Il fatto quotidiano e volto Rai ha consigliato al vincitore di Amici 18 (2019, ndr) di infischiarsi delle critiche. Ma l'intervento della blogger, a differenza della lamentela di Urso, non ha ottenuto i consensi del pubblico.

Non a caso, se il lirico pop ha ricevuto applausi scroscianti per l'attacco lanciato alla sala-stampa, la giornalista ha ricevuto solo dei fischi."Queste cose qui allenano le persone che fanno il tuo lavoro -ha dichiarato dal suo canto la Lucarelli al tenore, per poi indicare con la mano il pubblico che intanto le fischiava in studio-, esattamente a questo... di quello che stanno facendo. E tu dovresti arrivare a quel punto, in cui tu continui e vai avanti. E ti consiglio di farlo subito. Perché queste cose ti capiteranno spesso".

E, infine, è giunta la stoccata finale di Selvaggia ad Alberto: "Allenati all'autoironia, allenati a questo". Ma, com'era prevedibile che accadesse, l'ex allievo di Amici non ha cambiato opinione e ha palesato tutto il suo disappunto rispetto ai commenti critici ricevuti sul suo "bel canto" e il suo brano sanremese, scritto da Gerardo Pulli e Piero Romitelli.

Circa il botta e risposta registrato dal cantante e la giornalista su Rai 1, non sono mancati i commenti del web. Come quello riportato in un tweet, da un utente, con tanto di emoticon a forma di aereo che decolla: "Il pubblico di #DomenicaIn che fischia la Lucarelli per le critiche che sta facendo ad Alberto Urso, con tanto di signora del pubblico che la invita ad uscire...". "Vergognosa la sala stampa -ha scritto, poi, qualcuno, in un altro tweet critico-, che assegna l'ultimo posto ad Alberto Urso e non tiene conto che è l’unico dei partecipanti che ha un bagaglio di anni di studio, per il bel canto #Sanremo2020".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.