Alfa: "Essere fenomeni social oggi è un'arma a doppio taglio"

Popolarissimo sul web che gli ha permesso di vincere anche un disco di platino, il cantante svela i segreti del suo successo che vanta numeri da capogiro sia su YouTube che sulla nuova piattaforma "Tik Tok". È il protagonista della rubrica "Influencer e Web Star"

Andrea De Filippi, in arte Alfa, è genovese, classe 2000 e protagonista della nostra rubrica "Influencer e Web Star". Popolarissimo sul Web: 14 milioni di visualizzazioni su YouTube (sono 124mila gli iscritti alla sua pagina) e più di 30 milioni di stream su Spotify. Oltre 170mila follower su Instagram. I suoi ultimi tre video sono entrati nelle tendenze di YouTube. Su Tik Tok due delle sue canzoni sono state condivise in oltre 5 milioni di video. Quando i numeri importanti dei social veicolano la musica tanto da far conquistare ad Alfa il disco di platino per il suo singolo “Cin Cin”, il cui video ha totalizzato oltre 8 milioni di views.

I social sono fondamentali perché danno la possibilità di esprimersi. - ci racconta Alfa - Ormai non è necessario essere per forza passati in radio. E' anche vero che essere dei fenomeni 'da social' è un'arma a doppio taglio perché ti può dare la fama subito, ma puoi anche morire artisticamente in un istante. Però io sono tranquillo perché creo sempre: ho scritto una canzone nuova al giorno per tutto agosto!”.

Alfa è anche popolare sulla piattaforma Tik Tok, la diavoleria social del momento. “Le nuove generazioni preferiscono usare Tik Yok a Instagram – ci spiega -, anche se io non lo uso moltissimo, ma lo trovo molto appassionante e diretto. Ha del potenziale perché se lo guardi per tre ore con video di venti secondi, trovi sempre qualcosa di diverso ed è questa la sua forza. Però lo trovo molto interessante e nell'arco di qualche anno prenderà piede e conquisterà gli adulti e il mercato pubblicitario”. Intanto ha lanciato l'11 ottobre il nuovo singolo “Wanderlust” (Wanderlust Society/Artist First). La sindrome di Wanderlust è una malattia che colpisce il 20% della popolazione mondiale, è la cosiddetta “malattia del viaggiatore”, che causa irrequietezza e paura della routine negli individui che ne sono affetti. “I wanderluster sentono il bisogno di viaggiare sempre, fare nuove esperienze, conoscere nuove persone, in sostanza, fuggire dalla noia – racconta Alfa -, io stesso mi rifugio nella musica ad esempio. Il video nascerà con la collaborazione dell'Associazione benefica L'albero della vita. I ragazzi dell'istituto hanno fatto dei disegni, ascoltando il mio brano, e questi si animeranno come per magia nelle sequenze del videoclip”. E sicuramente diventerà virale anche questa volta.

Segui già la nuova pagina pop de ilGiornale.it?

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.