Cultura e Spettacoli

Un amore tossico che ha "stregato" il pubblico. Cosa c'è dietro il successo di After

Dal 28 settembre su Amazon Prime Video è arrivato il quarto film sulla saga di After. La storia di Tessa e Hardin, così passionale ma fuori dagli schemi, ha conquistato il pubblico

Un amore tossico che ha "stregato" il pubblico. Cosa c'è dietro il successo di After

Lei è classica brava ragazza tutta "casa e chiesa". Lui è un bad boy dal passato tormentato. Due persone che vengono da due realtà sociali totalmente differenti, ma è bastato un solo sguardo per unire i loro cuori indissolubilmente. Questa non è solo la trama di un banalissimo romanzo rosa, ma è anche il plot di uno tra i più grandi fenomeni editoriali e cinematografici degli ultimi anni. Stiamo parlando di After. Nato come saga letteraria di genere young-adult, dal 2019 il libro diventa anche una serie di film che macina un consenso dopo l’altro grazie al passaparola sul web. Il fenomeno di After è di grande gittata anche qui in Italia ma non è paragonabile a quello americano. Resta comunque un fenomeno di massa, di cui, però, non si capisce quale possa essere la ragione dietro al suo successo.

Di quella saga letteraria composta da cinque libri, più un prequel e ben due spin-off, sono stati adattati ben tre film di cui il quarto, dal titolo After – Amore infinito, è arrivato su Amazon Prime Video lo scorso 28 settembre. Solo i primi due capitoli sono arrivati nei cinema italiani. Gli altri due sono stati acquistati direttamente dal colosso dello streaming e, di fatto, sono diventati uno dei suoi cavalli di battaglia, conquistando i primi posti della classifica di gradimento. È una storia semplice, molto usuale e stereotipata, eppure è considerato l’esempio più puro di narrativa per ragazzi. Anche se, in realtà, non è propriamente indicata a un pubblico di giovanissimi dato che, al centro del racconto c’è una bollente storia di un amore tossico e per nulla romantico. Eppure tutti sono pazzi per la love story tra Tessa Young e Hardin Scott.

"Di qualsiasi cosa siano fatte le anime, la mia e la sua sono uguali"

L’incipit di After è un concentrato di clichè. Tessa, interpretata da Josephine Langford, è una ragazza acqua e sapone che nella sua vita ha pensato solo a studiare. È fidanzata con Noah, che conosce dall’età di 7 anni, e non ha fatto altro che seguire i consigli di sua madre. La vita, però, le riserva un bel gancio dentro nel momento in cui si trasferisce per frequentare la Washington Central University. La ragazza resta fatalmente attratta dal giovane Hardin (Hero Finnes-Tiffin). Bello, scorbutico e dannato, è un ragazzo scapestrato con una difficile situazione familiare alle spalle. Seduce Tessa solo per una scommessa con i suoi amici, ma alla fine finisce per provare qualcosa di profondo per quella ragazza così bella e dal cuore dolce. I due, nell’arco della storia, si lasciano e si prendono un’infinità di volte, fino a quando, dopo mille peripezie, riescono finalmente ad appianare le divergenze.

Una storia piena di clichè

La vicenda non ha nulla di speciale eppure, con poche e semplici mosse, ha conquistato milioni e milioni di fan in tutto il mondo. After è una storia semplice, onesta, senza grandi colpi di scena e che racconta della classica brava ragazza che si innamora del bad boy di turno. Al cinema, come in tv e in letteratura, sono tanti gli esempi del genere. After, però, è riuscito a fare la differenza perché ha saputo giocare con quei clichè del genere e ha ragionato con sagacia sui personaggi, facendo in modo di proporre qualcosa di nuovo al pubblico. Più che altro, non è Tessa la vera protagonista della vicenda. Ma è proprio il bel Hardin che le ruba il primato. Il giovane, che ha trovato in Hero Finnes un attore capace di rendere giustizia al personaggio nato dalla fantasia di Anna Todd, non è solo il classico cattivo ragazzo che si "piega" per amore, ma ha un carattere così particolare che è impossibile classificarlo. È burbero, è spigoloso, è passionale, è dolce, è crudele, è impulsivo e (a volte) anche violento (ma non con la sua Tessa). Un personaggio che si avvicina molto al Cristian Grey di Cinquanta sfumature, nonostante sia molto più giovane.

After-film2

Perché vedere After?

Ovviamente la saga non è esente da difetti. Il film (come il libro) ha un canovaccio che si ripete quasi all’infinito, in cui Tessa e Hardin si amano e si odiano con una tale facilità che è impossibile star dietro ai loro cambi di umore. Abbiamo detto che è una storia semplice, per nulla originale, ma è comunque coinvolgente e regala uno sguardo di cuore e di pancia al mondo dei giovani di oggi. E’ da vedere anche solo per comprendere la direzione che ha intrapreso la filmografia e la narrativa per i più giovani. Invece, gli amanti delle storie tormentate troveranno pane per i loro denti.

Prima c’era la fan fiction su Harry Styles

After è stato un successo fulminante e che ha lanciato nel firmamento la “penna” di Anna Todd. In pochi, forse, sono a conoscenza del fatto che il romanzo prima di avere la forma che tutti hanno conosciuto, è nato come una fan fiction ispirata alla vita di Harry Styles, l’ex leader dei One Direction ora attore di grido. L’autrice ha cominciato a pubblicare la sua storia su Wattpad, una piattaforma di social reading e gratuita quasi per gioco. Capitolo dopo capitolo, sono cominciati ad arrivare i primi apprezzamenti e il romanzo è balzato subito in vetta alla classifica delle storie più lette. Tanto che Anna Todd, nel 2014, comincia a suscitare l’attenzione del Washington Post e di Cosmopolitan. Arriva così una proposta di pubblicazione e, con le dovute correzioni, il primo romanzo di After viene ri-pubblicato diventando poi il fenomeno macina soldi che oggi conosciamo.

Una saga da 11milioni di "mi piace"

Si dice che Anna Todd abbia scritto il primo romanzo dal suo cellulare perché, all’epoca, non disponeva di un computer. Su Wattpad, la prima stesura di After ha raggiunto ben 11 milioni di "mi piace", arrivando al numero uno nella classifica dei romanzi young-adult. Un successo che l’autrice non aveva immaginato. In 5 mesi ha totalizzato cifre da record, tanto è vero che ha catturato l’attenzione dei media americani.

Anna Todd dalle stalle alle stelle

All’età di 33 anni ha all’attivo ben sedici romanzi, in Italia sono editi dalla Sperling Kupfer. Sulla vita privata di Anna Todd si sa molto poco. Si è sposata a 18 anni appena ha finito il liceo. Ha perso il padre da ragazzina e la madre è caduta vittima nella spirale della droga. Si è rifugiata nella lettura dei grandi classici e, prima di diventare scrittrice, era un’assidua frequentatrice di Wattpad. Poi il salto. Dopo la saga di After composta da 5 libri (anche se l’edizione americana è composta solo da 4 romanzi), ha scritto anche un prequel su Tessa e Hardin e due spin-off. Ha lavorato anche alla saga di Star, The Spring Girls e a quella di Images che, attualmente, non è ancora arrivata in Italia.

Commenti