Gli "up and down" a Sanremo: Bertè super, delusione Einar

Il voto della sala stampa diviso in tre. Berté, Lauro e Arisa in cima. Nel limbo Il Volo e Ghemon. Sprofondano Nek e Negrita

Gli "up and down" a Sanremo: Bertè super, delusione Einar

Mica ci sono solo le classifiche, il televoto e le giurie. A parte il rendiconto finale dei dodici concorrenti della seconda puntata, c’è anche il risultato di qualità. Il voto della sala stampa si è diviso in tre. Nella zona blu, ossia in cima, Achille Lauro, Arisa, Bertè e Daniele Silvestri. In quella gialla, ossia una sorta di limbo dal quale si può risorgere o sprofondare, ci sono gli Ex-Otago, Il Volo, Paola Turci e Ghemon. Nel rosso invece sono sprofondati Shade e Federica Carta, Einar, Nek e Negrita. Stasera gli altri dodici e vedremo come si assterà la classifica Ma c’è anche ciò che si è sentito. Il meglio e il peggio. Le intepretazioni più riuscite e quelle meno. I vuoti, i disastri, le emozioni, i cali di voce. Ieri sera le regine sono state due: Arisa e Loredana Bertè. La prima inarrivabile in un’interpretazione di ‘Mi sento bene’ ancora più cristallina e trascinante della prima puntata. La seconda finalmente Bertè, pienamente convincente in una ‘Cosa ti aspetti da me’ che sa molto di Vasco Rossi senza sembrarne una copia. Invece anche ieri sera la delusione è stata Einar, davvero il più “trasparente” di questa edizione. Un testo volatile e un’interpretazione che lascia davvero poche tracce. Al di là dei voti, queste sono le sensazioni dall’Ariston mentre si spengono le luci della seconda puntata.

Commenti