Damante non rispetta il distanziamento sociale: chiuso il locale dove ha suonato

Una serata all'insegna del divertimento e poi un mare di polemiche ha travolto Andrea Damante, reo di non aver rispettato il distanziamento nel locale in cui ha suonato di recente

Damante non rispetta il distanziamento sociale: chiuso il locale dove ha suonato

Andrea Damante è nell'occhio del ciclone e stavolta le sue avventure sentimentali non c'entrano nulla. Il compagno di Giulia De Lellis, nonché dj affermato e richiesto in tantissime discoteche e locali noti, è al centro della polemica per una serata realizzata in un noto locale di Alba Adriatica, dove pare non siano state rispettate le misure di distanziamento anti-Covid.

L'Italia sta provando a rialzarsi, il Paese sta reagendo dopo il lungo lockdown causato dall'emergenza sanitaria, che però ha portato anche a una profonda emergenza economica. L'imprenditoria italiana è in ginocchio a causa del mancato sostegno alle imprese da parte del governo e il turismo resta ora l'unica ancora di salvezza per cercare di recuperare e non affondare. Se ristoranti, bar e negozi hanno riaperto le loro attività già da quasi due mesi, le discoteche stanno provando a rinascere in questi giorni ma le difficoltà sono tantissime, soprattutto per garantire il rispetto delle norme di distanziamento imposte dal governo Conte per evitare l'incremento dei contagi.

Il virus non è scomparso, questo mantra lo ripetono ininterrottamente politici e virologi, eppure in Italia l'uso della mascherina e il distanziamento fisico sembrano un lontano ricordo. Dovrebbero essere i numerosi focolai che si stanno accendendo in questi giorni a ricordare che il Paese non è ancora del tutto uscito dall'epidemia e che potrebbe bastare poco per innescare un nuovo filone di contagi. Eppure, da nord a sud, le spiagge sono tornate ad affollarsi e i locali pure. Nelle discoteche si balla e ci si scatena come se non ci fossero stati decine di migliaia di morti, come se il lockdown non fosse finito meno di due mesi fa.

Sono tanti i volti noti che si sono lamentati dell'impossibilità di tornare a lavorare per le norme troppo stringenti e tra loro c'è stato anche Andrea Damante, che poche settimane fa ha posto l'attenzione sui tanti lavoratori della musica in difficoltà. La ripresa adesso c'è stata ma le condizioni non sembrano quelle chieste dalle autorità. Nelle immagini condivise da Andrea Damante, infatti, non c'è distanziamento tra le persone che ballano in pista e non si vedono nemmeno le mascherine, dispositivo di protezione individuale che si è rivelato indispensabile per abbattere i contagi.

Gli italiani hanno già dimenticato le immagini dei convogli militari che trasportavano le bare dei morti Covid? Probabilmente sì. Intato, forse a seguito delle tantissime segnalazioni, dopo un controllo il locale in cui Andrea Damante è stato ospite nel weekend è stato chiuso per 5 giorni per violazione delle norme anti Covid. Intanto, lo stesso locale, ha già annunciato su Instagram che sabato prossimo ci sarà un altro dj-set d'eccellenza con Albertino, tra le proteste degli utenti.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti