Arisa esclusa da Sanremo 2020: "Non idonea, per via di Giordana Angi"

In una nuova intervista, Arisa ha rotto il silenzio circa la sua mancata conferma alla gara del Festival di Sanremo 2020

Manca poco, ormai, all'inizio della settantesima edizione del Festival di Sanremo. E, intanto, si sono già sollevate delle prime polemiche. Alcuni esclusi hanno rotto il silenzio, sulla loro mancata conferma all'ambita gara della kermesse in arrivo. Tra quest'ultimi emerge, nelle ultime ore, Arisa, che ha voluto raccontare tutta la verità proprio sulla sua preannunciata assenza a Sanremo 2020. E lo ha fatto in un'intervista concessa ad Oggi magazine.

In occasione dell'ultimo intervento, Arisa ha sostenuto che la canzone da lei proposta alla Commissione musicale del Festival della canzone italiana -presieduta da Amadeus- sia stata bocciata per via del tema, ritenuto troppo simile a quello di un altro brano proposto e ammesso per la gara. “Amadeus ha reputato la mia canzone non idonea- ha esordito la cantante e attrice originaria di Genova e classe 1982-. Parlava di mia madre e siccome anche quella di Giordana Angi ha lo stesso tema, rischiava di essere un doppione". Dunque, l'esclusa che vanta ad oggi la partecipazione a ben nove edizioni di Sanremo- dove ha conseguito 2 vittorie- sostiene di essere stata bocciata "per colpa" della new-entry tra i Big del Festival, Giordana Angi.

La cantautrice italiana e con cittadinanza francese, nata a Vannes e classe 1994, ha avuto, quindi, la meglio su Arisa, dopo essersi classificata seconda al talent Mediaset, Amici di Maria De Filippi (edizione 18, ndr).

E, confidandosi con Oggi magazine, Arisa al secolo Rosalba Pippa non ha nascosto di essere rimasta dispiaciuta per il fatto stesso di non essere stata confermata a Sanremo, tra gli artisti Big."Mi è dispiaciuto, perché per la prima volta presentavo un repertorio mio -ha fatto, infatti, sapere, incalzata dalle domande della nota fonte-. Ma, pazienza. Io mi vivo la vita, sono felicissima. E non ho risentimenti. Ho calcato il palcoscenico dell’Ariston per nove volte, vincendone due. Trovo giusto lasciare spazio ad altri e stimo da sempre Amadeus. Gli auguro un grande Sanremo!”.

Nonostante tutto, la mancata conferma tra i Big di Sanremo 2020, per Arisa, potrebbe dirsi una "doccia tiepida". La cantautrice, infatti, calcherà comunque il palco del Teatro Ariston, nella serata delle cover, quando cioé collaborerà in duo con il Big Marco Masini, in una esibizione prevista sulle note di Vacanze Romane dei Matia Bazar.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

lolafalana

Ven, 24/01/2020 - 12:58

1/2 Sarà idonea invece quella porcata dello "stupratore mascherato, già per il fatto di essere mascherato dovrebbe essere escluso dal Festival visto che non si può stare in pubblico travisati perchè è un reato: il Testo Unico sulle leggi di Pubblica Sicurezza (R.D. 18 giugno 1931, n. 773) il quale, all’art. 85, prevede: “È vietato comparire mascherato in luogo pubblico. Il contravventore è punito con la sanzione amministrativa da euro 10 a euro 103“. Si tratta di una disposizione di legge parecchio datata ma che certamente è ancora in vigore.