Artem Tkachuk dopo l’accoltellamento: “Mi sono difeso, non è da me fuggire”

Artem Tkachuk ha raccontato cosa accaduto nella notte di domenica, quando è stato aggredito e accoltellato al fianco destro mentre era nel Rione Traiano di Napoli

Artem Tkachuk dopo l’accoltellamento: “Mi sono difeso, non è da me fuggire”

Noto per essere stato uno degli attori de La paranza dei bambini, Artem Tkachuk è balzato agli onori della cronaca per essere stato vittima di un accoltellamento nella notte di domenica 28 aprile scorso.

Non sono ancora note le cause per cui il 18enne sia stato colpito brutalmente a Chiaia e, dopo l’aggressione che lo ha costretto a 20 giorni di prognosi, Artem Tkachuk ha deciso di raccontare quanto accaduto nel Rione Traiano di Napoli. Come confermato a La Repubblica, l’attore è stato avvicinato da un gruppo di ragazzi che gli hanno chiesto se facesse parte di quella zona e che, in seguito alla sua risposta, lo hanno aggredito prima con uno schiaffo in pieno volto. “Ho reagito, ma poi sono arrivati in molti e ho iniziato ad allontanarmi. Quelli mi hanno raggiunto e hanno iniziato a picchiarmi – ha aggiunto Artem, che si è trovato circondato da una quindicina di sconosciuti - . Io ho continuato a difendermi. Ero con un solo amico, ma poi sono scappato in auto e ho visto il sangue”.

Solo alla vista del sangue, infatti, Tkachuk ha capito di essere stato pugnalato e, ancora oggi, non riesce a spiegarsi i motivi di questa aggressione. “Forse mi hanno scambiato per un altro, io con il Rione Traiano non centro niente, sono di tutta altra parte di Napoli, vivo ad Afragola – ha detto - . Io non sono un ragazzo che si lascia trascinare in litigi. Non mi mischio con certe persone inutili nella mia vita. Ci andrei a perdere. Non sono una persona che risponde alla cattiverie, non uso la stessa moneta. Lascio perdere e non mi abbasso al livello di questa gente”.

Dopo l’accoltellamento, Artem Tkachuk non si è mostrato spaventato: “Sono cose che possono accadere. Questa è la vita. Nessuno è davvero al sicuro”. Il giovane attore, però, ha voluto lanciare un messaggio ai suoi aggressori: “Non è questo che ti fa forte. Io mi sono difeso. Come si fa a non reagire? Non è da me fuggire. Li ho affrontati. E sono sempre pronto ad affrontarli, sono fatto così”.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti