Ballando con le stelle, Suor Cristina: "Ballo per mostrare che la fede è gioia di vivere"

Suor Cristina Scuccia, una delle concorrenti più discusse della nuova edizione di Ballando con le stelle, spiega perché ha accettato l'invito di Milly Carlucci

Sabato scorso ha preso il via la quattordicesima edizione di Ballando con le stelle, lo show di Raiuno condotto da Milly Carlucci. Tra i concorrenti in gara spicca Suor Cristina. La religiosa, che nel 2014 ha vinto la seconda edizione di The Voice of Italy diventando famosa in tutto il mondo, ha spiegato sulle pagine del settimanale DiPiù perché ha deciso di accettare l'invito di Milly Carlucci a ballare in tv.

"Voglio ballare per dire il mio grazie a Dio - dice- . Voglio far capire a tutti che la fede è, soprattutto, gioia di vivere. Questa gioia è il messaggio vero del Cristianesimo e mi sembra giusto portarlo in tv in prima serata. Se ci sarà anche una sola persona che, vedendo la felicità che ho nel cuore, si sentirà spinta ad avvicinarsi a Dio, allora ne sarà valsa la pena". E la prima esibizione di Suor Cristina a Ballando con le stelle, sabato scorso, ha convinto giuria e pubblico a casa che l'hanno premiata con il secondo posto in classifica.

Suor Cristina ha prima cantato "What a wonderful world" e poi si è esibita in un charleston con Stefano Oradei, Giulia Antonelli e Jessica De Bona. Infatti la suora, per non ballare in coppia con un uomo, una situazione che potrebbe essere considerata troppo sensuale e, quindi, inappropriata per una religiosa, si esibisce in balli di gruppo. Ballerà sempre con il suo abito da suora perché è il segno della sua consacrazione.

Suor Cristina sa che le pioveranno addosso molte critiche ma non si scompone: "Accoglierò le critiche con gioia perché fanno crescere. Tra l'altro in questo periodo di Quaresima, mi aiuteranno a essere umile e a purificarmi. Gesù è stato criticato, condannato e crocifisso. E quando penso a lui mi dico sempre che io non sono nessuno per pretendere di non rivecere nemmeno una critica".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.