Bella Hadid terrorizzata dal coronavirus a Milano, indossa la mascherina

Bella Hadid lascia la Fashion Week e Milano indossando preventivamente una mascherina protettiva: la modella allontana così lo spettro del coronavirus

Bella Hadid terrorizzata dal coronavirus a Milano, indossa la mascherina

Bella Hadid lascia Milano e la Fashion Week indossando una mascherina: la modella pubblica una foto e una Storia di Instagram dove appare comodamente seduta sull'aereoplano, pronta per la partenza. La giovane lascia la città della moda in compagnia della madre Yolanda e della sorella e top model Gigi, in un momento particolare per la città meneghina e per l'Italia intera. La recente diffusione del coronavirus ha costretto le case di moda a ridimensionare gli eventi legati alla presentazione delle nuove collezioni, in particolare organizzando sfilate a porte chiuse senza la presenza del pubblico.

Le sorelle sono state immortalate all'aeroporto pronte per lasciare l'Italia, in procinto di imbarcare i bagagli e incamminarsi vero il gate di riferimento. Nonostante un look sobrio un po' anni novanta, Bella e la sua famiglia non sono passate inosservate, in particolare per l'outfit morbido ma colorato della sorella Gigi. Le due modelle hanno preso parte a molte delle sfilate principali della Fashion Week, nonostante l'evento sia stato condizionato dalla problematica coronavirus.

Molti stilisti hanno preferito annullare gli eventi in programma, uno tra tutti Giorgio Armani, così da contenere eventuali problematiche legate alla presenza del pubblico e alla facile diffusione del virus. Tanti gli ospiti e gli operatori di settore che hanno indossato una mascherina protettiva, gesto replicato dalla stessa Bella all'interno dell'aeromobile. La scelta di alcune case di moda ha anticipato di poco l'ordinanza disposta dalla Regione Lombardia ovvedo l'impedimento di qualsiasi evento aperto al pubblico in spazi chiusi: una serie di limitazioni che hanno investito anche molti esercizi pubblici e commerciali.

L'ordinanza è stata firmata dal presidente Attilio Fontana in tandem con il ministro della salute Roberto Speranza e, tra i provvedimenti, prevede la chiusura delle scuole e la sospensione dei servizi educativi, comprese le università dedicate alla terza età. Ma anche la sospensione dei servizi di apertura al pubblico dei musei e degli altri istituti e luoghi della cultura, le manifestazioni e gli eventi di carattere culturale, sportivo, religioso, ludico che si svolgono in luoghi chiusi ma frequentati dal pubblico. L'ordinanza ha investito anche i posti di ritrovo più noti, come pub, locali e discoteche, che dovranno necessariamente chiudere dalle ore 18:00 fino alle 06:00 del mattino. Chiusura per le manifestazioni fieristiche e solo il sabato e la domenica per gli spazi e gli esercizi commerciali presenti all’interno dei centri commerciali e nei mercati, con eccezione dei punti di vendita di generi alimentari.

Segui già la nuova pagina di gossip de ilGiornale.it?

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti