Charlie Sheen nega alcune accuse di stupro

Charlie Sheen nega di aver mai stuprato lo scomparso Corey Haim, come invece afferma Corey Feldman in un documentario: ecco cosa sta accadendo

Charlie Sheen al centro di un documentario in cui viene accusato di stupro di un collega, quando questi era minorenne.

Si intitola “My Truth: The Rape of the Two Coreys” il documentario presentato in questi giorni da Corey Feldman, in cui si parla anche dell’“altro Corey”, cioè Corey Haim, del quale ricorrevano ieri i dieci anni dalla morte. Stando a quanto affermano le immagini di Feldman, Haim gli avrebbe rivelato di essere stato violentato da Sheen durante la lavorazione del film “Lucas”, quando Haim aveva 13 anni e Sheen 19. Le accuse, come riporta Metro, sono supportate anche dalla testimonianze della ex moglie di Feldman, Susannah Sprague, che nel documentario afferma come Haim abbia raccontato le stesse cose dette dalla presunta vittima all’ex marito.

Stando alla cruda descrizione di Feldman, Sheen avrebbe stuprato Haim in pieno giorno, convincendolo anche che quelle attività erano cose che si fanno tra ragazzi e utilizzando dell’olio per la lubrificazione. Il figlio d’arte respinge tutte le accuse e nel farlo è supportato dalla madre del defunto Haim, che afferma come il figlio non sia mai stato stuprato da Sheen e che l’amico Feldman abbia tradito la memoria dello scomparso proprio nell’anniversario della sua morte.

Tuttavia, la tesi che Sheen abbia stuprato il giovane attore venne supportata nel 2017 da Dominick Brascia, che rivelò che Haim gli avesse rivelato una storia molto simile a quella descritta da Feldman nel suo documentario. Quest’ultimo, nel film, accusa anche Brascia di aver abusato del giovane amico scomparso.

CALLING THE SHOTS WHILE PREECHIN MY TRUTH: DIRECTOR BRIAN HERZLINGER, NOT ONLY HELPED CRAFT #MYTRUTHTHERAPEOF2COREYS BUT HE ALSO SPOKE HIS OWN #TRUTH IN RARE INTERVIEWS AS PART OF THE DOCUMENTARY! IN THIS FINELY CRAFTED FILM, BRIAN IS IN THE DRIVERS SEAT & TAKES US ALONG ON HIS JOURNEY 2 TRY & UNDERSTAND WHERE THE TRUTH ACTUALLY LIES IN THIS LONG AWAITED STORY! U C BRIAN HAD A UNIQUE PERSPECTIVE, NOT ONLY WAS HE ALREADY AN ACCLAIMED FILM DIRECTOR, & NOT ONLY WAS HIS 1ST FEATURE A SUCCESSFUL THEATRICAL WIDELY RELEASED DOCUMENTARY, BUT HE ALSO HAPPENED 2 B FRIENDS W BOTH MYSELF & #COREYHAIM IN FACT SOME OF U MAY REMEMBER BRIAN FROM WHEN HE APPEARED AS A GUEST STAR ON THE 1ST SEASON OF #THE2COREYS WE HAD BRIAN COME PITCH US SOME REAL MOVIE PROJECTS HE WAS TRYING 2 GET MADE @ THE TIME! BRIAN ALSO HAPPENED 2 B THE GUY THAT HAIM CHOSE 2 HELM WHAT WOULD HAV BEEN THE NEXT GR8 #THE2COREYS ADVENTURE #LICENSE2FLY WHICH HAIM HAD ALREADY WRITTEN THE TREATMENT 4! IN FACT THE LAST PROFESSIONAL BUSINESS MEETING WE EVER HAD WAS WITH BRIAN GOING OVER THE TREATMENT B4 TAKING IT 2 THE STUDIO 2 GREEN LIGHT N2 A SCRIPT. SO IM SURE U CAN NOW ALL UNDERSTAND Y I CHOSE 2 PUT THIS STORY N2 BRIANS CAPABLE HANDS. HE WAS NOT ONLY THE PERFECT DIRECTOR 4 THE JOB, BUT ALSO A PERFECT WITNESS 2 #MYTRUTH #DONTMISSIT ONLY A FEW HRS LEFT 2 BUY TIX 2 THE 1ST STREAM! TIX WILL REMAIN ON SALE TIL THE BEGINNING OF THE 2ND STREAM @ NOON ON TUE MARCH 10TH PST! WWW.MYTRUTHDOC.COM

Un post condiviso da Corey Feldman (@cdogg22) in data:

Nei miei quasi 35 anni in qualità di famoso intrattenitore - ha commentato Sheen, che ha anche sporto denuncia per diffamazione - non ho avuto timidezza nel difendere in modo schietto, nobile e valoroso la verità. Pur ammettendo di avere sempre avuto una lista di mancanze, imperfezioni e indiscrezioni nel corso del mio viaggio, tuttavia, ogni uomo ha un punto di rottura. Queste accuse radicalmente senza basi e infondate finiscono ora. Ora prendo una posizione appassionata contro coloro che desiderano persino sostenere le menzogne ​​malate e contorte contro di me. Game over”.

Segui già la nuova pagina di gossip de ilGiornale.it?

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.