Coronavirus, l'ennesimo deliro di Chef Rubio: "Fate sesso senza protezioni e ora avete paura?"

Gabriele Rubini deride l’uso eccessivo delle mascherine e l’assalto ai supermercati su Twitter: il suo cinguettio viene subito preso d’assalto

Coronavirus, l'ennesimo deliro di Chef Rubio: "Fate sesso senza protezioni e ora avete paura?"

Ogni volta che twitta, Chef Rubio causa un bel po’ di trambusto in rete. Tornato dalla sua missione a Gaza, il cuoco diventato popolare con programmi televisivi come Unti e bisunti e Camionisti in trattoria commenta l’emergenza coronavirus con un post che finisce subito nell’occhio del ciclone: Gabriele Rubini punta il dito contro il dilagare della psicosi, l’allarmismo che annulla il buon senso e l’iperigienismo per ridurre il rischio di infezioni.

"Che poi – scrive il tatuatissimo ex giocatore di rugby diventato star della tv – fate sesso anale senza protezioni, pomp*** e cunnilingus come ve presentate, alle prostitute le supplicate di farlo senza condom, cac*** e pisci*** senza lavavve le mani, e che fate? Ve mettete le mascherine e assaltate i supermercati? Ahahah io boh".

Il linguaggio non convince gli utenti di Twitter, che mal digeriscono l’ironia sulla preoccupazione che serpeggia tra i cittadini, invitati a rimanere a casa nelle aree interessate come Lombardia, Veneto, Piemonte e Friuli Venezia Giulia. I follower si spaccano subito in due, tra messaggi a difesa dello chef e del suo modo di esprimersi grezzo e spontaneo, e le repliche di chi non condivide la sua opinione.

Chef Rubio twitta sul coronavirus: le reazioni

Alcune persone concordano con il rimprovero di Chef Rubio: "Crudo, ma molto lucido", "Che poi il maggior problema di igiene per molti italiani resta quello mentale", "Severo ma giusto", "Seppur con linguaggio colorito la realtà del Paese!", "Vero. Consideriamo anche che ogni anno in Italia ci sono migliaia di nuovi casi di sifilide, gonorrea, clamidia portati nel Belpaese anche dai virgulti italiani che praticano turismo sessuale... Ci sono 4000 nuovi casi di AIDS in Italia ogni anno ma si pensa ai cinesi".

Altri, invece, non apprezzano proprio il sarcasmo e la volgarità dei toni in questo momento così difficile: "Lei è veramente una persona sgradevole", "Caro simpatico, esuberante amico chef... su Twitter ti conviene dare una limatina alle modalità espressive", "Noto un velo di finezza", "Ma che è ‘sta schifezza di linguaggio? Vi sembra di non esistere se parlate normalmente?", "Un commento piuttosto stupido", "Non è che tutti fanno ciò che abitualmente fai tu. Ci sono pure persone normali in Italia", "Chef, se te o i tuoi conoscenti fanno ste cose, non è detto che il tuo micromondo rispetti il modus operandi dell’Italia intera. Ad esempio né io, né i miei familiari, né i miei amici hanno tali abitudini. Dimmi con chi vai...".

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti