Coronavirus, Elisabetta II lascia Buckingham Palace e si trasferisce a Windsor

La regina Elisabetta ha deciso di lasciare Londra con anticipo per raggiungere il castello di Windsor nelle campagne, evitando l'epidemia di coronavirus vista anche la sua veneranda età

Il Regno Unito sembra ormai aver capito la gravità dell'epidemia di coronavirus. Boris Johnson ha da poco consigliato ai cittadini 70enni di non uscire di casa e così la regina Elisabetta II ha deciso di seguire le indicazioni del suo primo ministro, vista la sua veneranda età. La monarca, la più longeva di sempre della storia inglese, compirà 94 anni tra poche settimane e così, nonostante tutto, ha scelto di andar via prima da Londra per ritirarsi nella sua residenza di campagna. Non è solito che Elisabetta II cambi d'improvviso la sua agenda ma le circostanze impongono alla sovrana una rivoluzione nelle sue abitudini.

Era previsto che Elisabetta II si recasse nella sua residenza di campagna per le vacanze pasquali ma la partenza era in programma tra una settimana. Con l'aumento dei contagi a Londra e la paura che il virus possa colpire la sovrana, i consiglieri hanno suggerito all'anziana regina di andar via dalla capitale con qualche giorno di anticipo per raggiungere il castello di Windsor. Questa è una delle residenze preferite dalla regina Elisabetta, che domani lascerà Buckingham Palace senza il solito ampio numero di collaboratori. La corte, stavolta, sarà ridotta all'osso per evitare che attorno alla regina possano esserci troppe persone. Ridurre la corte della regina dovrebbe aiutare ad abbassare le possibilità che la sovrana possa contrarre il coronavirus. L'età avanzata di Elisabetta II è una discriminante molto importante in tal senso e quindi è fondamentale preservare quanto più possibile il suo stato di buona salute.

La regina dovrebbe rimanere nel castello di Windsor fino a dopo Paqua ma non è ancora chiara quale sia la data della sua partenza e se questa verrà confermata. Probabilmente tutto dipenderà dall'evoluzione dell'epidemia a Londra, dai casi che si verificheranno in queste settimane e dalla loro crescita. Per adesso, Elisabetta II avrebbe già effettuato alcune importanti modifiche alla sua agenda di Londra, anche e non è escluso un prolungamento della sua sosta nella campagne. La regina avrebbe, quindi, optato per una sorta di isolamento volontario in quarantena insieme a pochissimi membri del suo staff, indispensabili per la gestione del regno. Quel che è certo è che sono già stati annullati tutti gli impegni che prevedono un assembramento di persone.

Tra questi, per esempio, Elisabetta II ha cancellato Royal Maundy Service nella Cappella di San Giorgio, appuntamento annuale di Windsor, solitamente irrinunciabile per la sovrana. Tutti i Garden Party sono statti annullati, nonostante siano previsti tra pochi giorni. Decisioni difficili e sofferte per la sovrana, che in questo momento è impegnata a tutelare prima di tutto la salute dei suoi sudditi, per evitare un'espansione del contagio eccessiva a Londra e in tutto il Regno Unito.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.