Coronavirus, Mika racconta il dramma di sua madre: "Ci avevano detto di prepararci al peggio"

Mika ha spiegato in queste ore il perché della sua improvvisa assenza da Domenica In, svelando come il coronavirus abbia fatto irruzione in famiglia e abbia messo in pericolo la vita di sua madre

Quasi una settimana fa, Mika era atteso in collegamento a Domenica In. Il cantante sarebbe dovuto essere ospite del programma festivo di Rai1 ma, all'improvviso, la sua partecipazione è saltata senza nessuna spiegazione. Tanti erano i fan collegati in attesa di vedere il loro beniamino, che come tutti gli altri ospiti si sarebbe collegato via Skype con la conduttrice. Solo oggi, a molti giorni di distanza, il cantante ha rotto il silenzio e ha spiegato perché non si è presentato a Domenica In e il motivo è più che condivisibile.

Dal suo profilo Instagram, Mika si è scusato con il suo pubblico per il silenzio prolungato e per non aver dato comunicazione della sua assenza dal programa di Rai1. Il cantante è sempre stato molto corretto con i fan e con i gli ospiti, pertanto il suo comportamento ha allarmato più di una persona e ora, quelle preoccupazioni, hanno trovato un riscontro nelle parole di Mika: "I membri della mia famiglia, tutti a Parigi, hanno avuto sintomi di Covid-19. Domenica pomeriggio, tuttavia, proprio mentre stavo per andare in diretta in onda su Rai Uno mia madre ha dovuto chiamare l’ambulanza per cure urgenti." Un momento drammatico per Mika, che non è nemmeno potuto accorrere da sua madre o in ospedale, vista la situazione di emergenza. Appare evidente che in una situazione simile, il cantante non potesse partecipare alla trasmissione e sicuramente la produzione avrà capito e accolto la sua necessità di dare forfait.

"Sono stato costretto a rinunciare alla trasmissione e ad aiutare mio fratello e mia sorella a distanza. Mia madre ha combattuto un cancro al cervello aggressivo, per questo motivo, con il passare dei giorni, le sue condizioni si sono aggravate e ci hanno detto di prepararci al peggio", ha proseguito Mika, facendo emergere lo stato d'animo degli ultimi giorni. Terrore, senso di impotenza e forse anche rabbia hanno pervaso il cantante, che è dovuto stare da solo a casa in attesa di notizie dall'ospedale. Nelle ultime ore, però, sembra che le condizioni di salute della madre siano fortunatamente migliorate: "Ieri, per miracolo, siamo stati informati che si sta stabilizzando."

Immancabile, infine, un ringraziamento di Mika al personale sanitario che in questi giorni si è preso cura di sua madre: "Mi sento così incredibilmente grato di poter scrivere questo messaggio e provo un’enorme gratitudine per gli operatori sanitari che combattono questo virus in prima linea." Mika ha rivolto un pensiero anche ai tanti malati in tutto il mondo che combattono contro il coronavirus, alle famiglie e ai cari di coloro che purtroppo non ci sono più. "Dalla mia famiglia e io vi inviamo il nostro amore e la nostra compassione. Queste sono due cose che dovremo tenere con tutte le nostre forze, per superare le prossime settimane", ha concluso il cantante.

I want to apologize for the recent radio silence. This past week has been turbulent for my family as it has been for so many others around the world. Multiple members of my immediate family, all of them in Paris, came down with symptoms of COVID-19. On Sunday afternoon however, just as I was about to go live on air on Italy’s RAI UNO, my mother was sent by ambulance to urgent care. I was forced to abandon the broadcast and help my younger brother and sister from a distance. My mother has been battling an agressive brain cancer, for this reason among others, as the days went by and her condition worsened, we were told to prepare for the worst. We sat at home, each one of us separated, unable to contact her or speak to her, just like so many of you in similar situations right now. Yesterday, by some miracle, we were informed that she is stabilizing. I feel so incredibly grateful to be able to write this message, and such enormous gratitude for those healthcare workers fighting this virus on the front line. We are taking it a day at a time, and we are far from out of the woods. My heart goes out to any one affected by this terrible virus. Not being able to speak or see those you love as they are suffering and fighting is heartbreaking, and I want to express my deepest of sympathies to those who are currently in the same situation and worse, those who have lost someone they love. From my family and I, we send you our love and compassion. Those are two things we will need to hold on to with all our might, to get through the coming weeks. Photo by @francois.roelants used by kind permission.

Un post condiviso da MIKA (@mikainstagram) in data:

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.