Coronavirus, a La vita in diretta il racconto di Fiordaliso: "Vi posso garantire che è molto dura. Non uscite"

Fiordaliso ha passato il coronavirus, così come sua sorella e suo padre; sua madre non ce l'ha fatta e la cantante è intervenuta a La vita in diretta per raccontare cosa vuol dire affrontare questa malattia e la perdita di un caro

Coronavirus, a La vita in diretta il racconto di Fiordaliso: "Vi posso garantire che è molto dura. Non uscite"

Il coronavirus non guarda in faccia nessuno e colpisce indistintamente tutti. Politici, sportivi, personaggi del mondo dello spettacolo. Giovani e anziani, sani e malati, tutti rischiano di contrarre il Covid-19. Questa mattina, la cantante Fiordaliso ha comunicato tramite tweet la morte di sua madre ma anche la guarigione sua e di alcuni componenti della sua famiglia che lo avevano contratto, tranne sua madre che, purtroppo, ce l'ha fatta.

Nel pomeriggio, Fiordaliso è stata ospite de La vita in diretta, ovviamente per via telefonica, e ha potuto raccontare il dramma della sua famiglia, che come tante altre ha provato sulla sua pelle cosa vuol dire ammalarsi di coronavirus. "È uno strazio. Questa malattia è una delle cose più brutte che possa succedere ad un familiare: spariscono e non li vedi più, non li puoi accompagnare per l'ultimo viaggio, non li puoi vedere quando mancano e non gli puoi fare un funerale. Non puoi tenere la mano a tua madre e non puoi fare niente", ha detto la donna trannenedo a stento le lacrime nel raccontare la sua esperienza, purtroppo comune a tanti in quest'Italia insolita e imprevedibile piegata dal Covid-19. L'impossibilità dell'ultimo saluto, di vedere il proprio caro prima che lasci questo mondo, è una delle privazioni peggiori alle quali ci sta sottoponendo il coronavirus. Sono molti i medici e gli operatori sanitari che si adoperano in prima persona per permettere ai malati almeno una videochiamata con i parenti, a volte solo per l'ultimo saluto.

Il racconto telefonico di Fiordaliso a La vita in diretta si è arricchito di un altro dettaglio, che aggiunge dolore a uno strazio già di per sé lacerante: "La cosa lacerante è che mio padre non lo sapeva, glielo abbiamo detto stamattina, quando è rientrato dall'ospedale. La mamma è mancata il 19 di marzo, io non ho detto niente a nessuno. Papà ha 91 anni, ha il telefonino e gira su internet ed ero terrorizzata che qualcuno lo sapesse. Gli dicevo 'la mamma è stazionaria', perché era anche lui da un'altra parte con la mascherina dell'ossigeno." La cantante ha, quindi, raccontanto la sua esperienza personale con la malattia, sopraggiunta per il contatto con sua madre: "Mamma si è ammalata i primi di marzo, l'ho accudita per 5 giorni, poi è stata ricoverata, e il 19 l'ho persa senza più vederla. La mamma aveva 85 anni e non aveva nessuna patologia, stava bene ma era molto debilitata. Io che ho avuto questa malattia vi posso garantire che è molto dura. Mi sono ammalata io e mia sorella, i miei fratelli per fortuna no, ma abbiamo tenuto le distanze e ci tengo a dirlo: non uscite di casa."

Commenti