Depardieu: "In gioventù mi sono convertito all'Islam"

L'attore Gerard Deepardieu ha rivelato di essersi convertito negli anni '70 per due anni alla fede islamica

Depardieu: "In gioventù mi sono convertito all'Islam"

Gerard Depardieu, attraverso un'intervista rilasciata al quotidiano Le Parisien, ha dichiarato di essersi convertito in gioventù per due anni all'Islam.

Dopo aver letto Bibbia e Corano, l'attore ha ritenuto opportuna la conversione nonostante abbia ammesso che seguire i precetti musulmani non è di certo semplice. Depardieu avrebbe spiegato inoltre, nel corso dell'intervista, che le cinque preghiere quotidiane e il divieto di mangiare carne di maiale non sono cose fondamentali precisando successivamente che la sua conversione risale agli anni Settanta.

Non è mancato il riferimento agli attentati di matrice islamica della Francia dichiarando che gli autori sono certamente più vicini a un partito nazista che a una fede politica. Nell'intervista sono stati toccati anche i punti relativi alla Russia e agli Stati Uniti dove, da poco più di una settimana, è stato eletto il nuovo presidente Donald Trump: "Ho un passaporto russo, amo Russia e amo la Francia nello stesso modo, così come gli Stati Uniti. Nessuno conosce Trump, nessuno conosce il suo programma. Nessuno conosce gli americani. Sono stato addestrato in una base Usa dove i soldati erano sette o otto anni più anziani di me. Più li colpivi sul naso, più ti pagavano da bere".

Commenti