Diletta Leotta: "Se Paola Ferrari mi conoscesse, cambierebbe idea"

Intervistata da Chi, a poche ore dal suo debutto sul palco del Teatro Ariston, Diletta Leotta replica alle critiche di Paola Ferrari: "Se mi conoscesse, cambierebbe idea". E durante la conferenza stampa di Sanremo invita la "rivale" a prendere un caffè insieme

Diletta Leotta: "Se Paola Ferrari mi conoscesse, cambierebbe idea"

Alla vigilia del Festival di Sanremo 2020, di cui sarà protagonista della prima e della quinta serata, Diletta Leotta torna sull'annosa polemica che la vede contrapposta a Paola Ferrari.

La giovane conduttrice è stata spesso il bersaglio delle dure critiche della giornalista sportiva della Rai e ora, dalle pagine del settimanale Chi risponde alle accuse della "rivale". Diletta Leotta, che già in passato si era dichiarata indifferente alle parole di Paola Ferrari, sembra impermeabile agli attacchi di cui è vittima: "Non devo piacere a tutti, va bene così. Se vuoi fare questo lavoro devi essere pronto alle critiche". "Nella mia carriera ho fatto un passo alla volta, sono sicura del mio percorso", ribadisce orgogliosa.

Nonostante queste parole, Diletta Leotta non si rassegna a subire passivamente le critiche ed è certa che se tra lei e la Ferrari ci fosse un incontro conoscitivo, allora anche le accuse potrebbero venire meno: "Magari, se Paola Ferrari mi conoscesse, cambierebbe idea".

E a questo proposito, proprio durante la conferenza stampa della prima serata di Sanremo, la giovane ha colto l'occasione per lanciare un appello alla conduttrice della Domenica Sportiva affinché possa iniziare una conoscenza dal vivo: "Paola Ferrari non la conosco personalmente, la invito a prendere un caffè così cambierà idea". "Spero che ci sia più solidarietà femminile", ha aggiunto.

Anche nell'intervista al settimanale Chi, Diletta Leotta aveva parlato delle critiche di Paola Ferrari e della mancanza di supporto tra donne: "Non ci sono rimasta male, ma è stata l'occasione per capire che fra donne non c’è la solidarietà che c’è fra gli uomini". "Se imparassimo a fare squadra non vi vedremmo neanche", ha sostenuto sicura.

Il volto di Dazn non si limita solo a invocare la "solidarietà femminile", ma si spende anche in belle parole nei confronti di alcune colleghe: "Mi piacciono il modo empatico in cui Antonella Clerici arriva al pubblico, la grinta di Simona Ventura, la serietà di Ilaria D’Amico, l’ironia di Belen e poi Alessia Marcuzzi: quando conduceva “Colpo di fulmine” mi faceva impazzire, speriamo che rifacciano quel programma".

Rispetto alla Rodriguez, però, la Leotta rimarca anche alcune differenze: "Lei ha una sensualità e una femminilità che io me le sogno la notte, sono più maschiaccio. E poi lei è una showgirl, io una conduttrice, facciamo cose diverse".

Nell'intervista col settimanale Chi c'è anche spazio per spiegare come è nato il suo amore con il pugile Daniele Scardina, detto “King Toretto”: "È stato totalmente casuale. Per la prima volta non ho dovuto essere razionale. Per natura sono curiosa e affascinata da mondi diversi dal mio, da persone diverse, amo conoscere ed esplorare situazioni che non c'entrano con me". "In questo momento sento bisogno di leggerezza e di sentirmi protetta", ha concluso Diletta parlando della sua storia d'amore.

Segui già la nuova pagina di gossip de ilGiornale.it su Facebook?

Commenti