Cronache

Efe Bal e lo spogliarello in aereo: "Se il Fisco non straccia la mia cartella farò di peggio"

La trans italo-turca Efe Bal parla a Radio 24 del suo spogliarello in aereo: "Sono orgogliosa di quello che ho fatto". E avvisa: "Se l'Agenzia delle Entrate non straccia la cartella esattoriale farò di peggio"

Efe Bal e lo spogliarello in aereo: "Se il Fisco non straccia la mia cartella farò di peggio"

"Per la prima volta una donna si è spogliata a 10mila metri di altezza. E ho bloccato un aereo intero. Sono orgogliosa di quello che ho fatto": a parlare è Efe Bal, la transessuale più famosa d'Italia, che pochi giorni si è spogliata per chiedere la legalizzazione della prostituzione.

"Sono pronta tutto"

Di certo non si pente di quello che ha fatto anzi: "Nel mondo non è mai successo - ammette Efe Bal alla Zanzara -. Non si è scandalizzato nessuno, tutti si sono messi a ridere, sembrava carnevale. I bambini? Vedono le tette fuori ovunque". Il rilancio della trans arriva su Radio 24, in cui dichiara: "Se l'Agenzia delle Entrate non straccia la cartella esattoriale farò di peggio, molto di peggio". Ma quanto deve di preciso al fisco, chiede Cruciani a Efe Bal. Secca la risposta: "Ormai la cartella con gli interessi è arrivata a 650mila euro".

Oltre ai soldi che deve alla Agenzia delle entrate si aggiugono anche quelli che dovrà pagare per i disguidi creati con lo spogliarello: "Il capitano dell'aereo - racconta la trans italoturca - mi ha detto che pagherò il ritardo di un’ora che ha subito la Bruxelles Airlines. Mi hanno anche denunciato per atti osceni, ma io non ho più un euro in Italia, ho portato tutto via". Ma Efe non si preoccupa e fa sapere che ha allargato il suo business: "Ho inventato una linea di sextoys, falli di gomma doppi e lubrificanti per il culetto. Io ne uso a litri"

Commenti