Elena Santarelli ammette: "Con Bernardo ci siamo allontanati per qualche settimana dopo la scoperta del tumore"

Elena Santarelli racconta per la prima volta la gestione del rapporto di coppia con Bernardo Corradi nelle prime settimane dopo la scoperta del tumore di loro figlio Giacomo

Nelle ultime settimane, soprattutto nell'ottica della promozione del suo libro i cui ricavati andranno devoluto interamente in beneficenza, Elena Santarelli è tornata a parlare della malattia di suo figlio Giacomo. Un dolore fortissimo per due genitori che all'improvviso devono affrontare qualcosa di molto più grande, come la paura di perdere un figlio.

Paura e dolore possono essere nemici di una relazione, soprattutto perché ogni componente di una coppia li affronta in modo diverso. A Elena Santarelli e Bernardo Corradi è accaduto questo, perché dal momento in cui hanno appreso la notizia ognuno dei due ha scelto un percorso diverso dall'altro per metabolizzare una botta così forte, inaspettata. La showgirl si è raccontata recentemente ai microfoni di Grazia dove ha spiegato come hanno fatto a resistere e quale è stato il collante per continuare ad andare avanti. “L’enorme amore che esiste tra Bernardo e me da ben 14 anni e quello che ci lega a nostro figlio”, ha spiegato Elena Santarelli con apparente semplicità, anche se in situazioni simili non c'è nulla di semplice.

Subito dopo la scoperta del tumore, per qualche settimana, ci siamo allontanati. Ognuno voleva vivere il dolore a modo suo. Poi abbiamo combattuto insieme. Io sono stata spesso nervosa, intrattabile, ma mio marito è stato bravissimo a sopportarmi nonostante fosse devastato”, ha detto la showgirl, raccontando uno spaccato profondo della loro vita di coppia. In pubblico la Santarelli ha sempre mostrato il sorriso, ha dato forza a tantissime altre madri nella sua situazione ma solo lei e suo marito erano consapevoli del dolore che li corrodeva nell'anima. Elena Santarelli ha poi raccontato la sua esperienza vissuta nelle corsie dell'ospedale durante i lunghi ricoveri di Giacomo: “All’ospedale ho visto genitori litigare davanti ai bambini, mogli lasciate dai mariti, uomini capaci di tradire le compagne impegnate ad accudire i figli ricoverati.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.