I Maneskin trionfano all'Eurovision

Il gruppo ha trionfato all'Eurovision Song Contest con "Zitti e buoni", vincitrice già del festival di Sanremo

I Maneskin trionfano all'Eurovision: l'Italia vince dopo 31 anni

Dopo la vittoria al festival di Sanremo, il gruppoo musicale dei Maneskin ha trionfato nella serata di ieri, sabato 22 maggio, anche all'Eurovision Song Contest con la canzone "Zitti e buoi", vincitrice già della kermesse sanremese.

La vittoria dei Maneskin sul tetto del mondo

La band romana ha ottenuto 524 voti piazzandosi in vetta alla classifica, seguita da Francia e Svizzera. Il voto del pubblico è stato fondamentale per incoronare la band regina della serata. Grazie a questo infatti, sono saliti dal quarto posto al primo. Dopo ben 31 anni di attesa l'Italia è tornata a vincere l'Eurovision. Non succedeva dal 1990, quando a vincere è stato Toto Cutugno. Prima di lui aveva vinto solo Gigliola Cinquetti nel 1964. Dopo la vittoria Damiano, frontman dei Maneskin, ha urlato tronfio sul palco: "Rock'n roll never die". I Maneskin hanno poi rieseguito il brano, questa volta senza censura.

"Siamo onorati e felici, ringraziamo tutti. Ma questo per noi è solo l'inizio, da domani incominceremo a suonare ovunque". Sono queste le prime parole di Victoria, la bassista dei Maneskin, pronunciate in conferenza stampa subito dopo la vittoria. Oltre ai festeggiamenti c’è stato tempo anche per i ringraziamenti.

Damiano: "Ci siamo divertiti, è stato bellissimo"

A iniziare è stato Damiano che ha rivolto i suoi ringraziamenti "ai giornalisti, alla delegazione, a tutti gli altri artisti in gara. Abbiamo trovato un ambiente super amichevole, ci siamo divertiti, è stato bellissimo". Victoria ha però aggiunto che l’attesa, in questo caso è stata peggiore rispetto a quella respirata al festival di San Remo "A Sanremo è tutto più veloce, qui la votazione è lunga e crea più ansia". Il messaggio del gruppo rivolto ai giovani artisti che vogliono intraprendere il loro stesso percorso è sempre lo stesso: "Rimanere se stessi e non curarsi degli stupidi commenti della gente. Noi suoniamo musica che amiamo e questo non ha prezzo. L'importante è essere coerenti con chi si è".

Subito è arrivato il messaggio di complimenti e congratulazioni dal profilo ufficiale di Palazzo Chigi: "Complimenti ai Maneskin vincitori dell'Eurovision". Toto Cutugno, l’ultimo vincitore per l’Italia del premio tanto ambito, ha scritto sul suo profilo Facebook: “Posso finalmente passare il testimone ai Maneskin che dopo 31 anni hanno riportato il tricolore della canzone italiana a vincere il prestigioso Eurovision Song Contest Bravi ragazzi. Un grosso in bocca al lupo per la vostra carriera. Forza Italia, viva la musica".

Fondamentale il voto da casa

La vittoria, dopo i voti assegnati dalle giurie di qualità dei vari Paesi, sembrava ormai sfumata. In vetta alla classifica risultava la Svizzera, seguita da Francia e Malta. Al quarto posto, con un netto distacco, i Maneskin. Il televoto ha però ribaltato la situazione e la sorte della band italiana che è stata in assoluto la più votata. Con 318 punti è stata l’unica a superare quota trecento, riuscendo così a sorpassare lo svizzero Gjon's Tears, finito poi anche dietro la Francia. Prima della proclamazione finale, la band nostrana era già riuscita a conquistare il premio per il miglior testo.

Commenti